Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Basket NBA: Houston e Thomas straordinari, Denver e Gallinari ancora sconfitti

Vai alla versione integrale

I Rockets mettono a referto 140 punti nel successo contro i Los Angeles Clippers mentre il play dei Celtics realizza 52 punti in una notte da incorniciare

ROMA - I 140 punti inflitti da Houston ai Clippers e i 52 segnati da Isaiah Thomas nella vittoria di misura di Boston su Miami sono i due grandi acuti degli incontri della notte scorsa in Nba. Da segnalare c'è poi la sconfitta subita in casa da Denver ad opera dei Sixers, la peggior squadra della Lega con i Nets, nonostante i 18 punti realizzati da Danilo Gallinari. L'azzurro ha cercato fino alla fine di tenere in piedi i suoi, ma nonostante i sei punti finali la partita si è chiusa in volata sul 124-122 per gli ospiti. I Nuggets incassano così la nona sconfitta casalinga, a fronte di sole sette vittorie.

TUTTO SULLA NBA - CORSPORT TV

HOUSTON OK - Volano invece i Rockets di Mike D'Antoni. Alla 14ª vittoria nel mese di dicembre, consolidano il terzo posto nella Western Conference (25-9) - dietro a Cleveland e a San Antonio, che ha battuto Portland 110-94 - trascinati da uno James Harden alla settima tripla doppia stagionale (30 punti, 13 rimbalzi, 10 assist) e approfittando dell'assenza nelle file di Los Angeles di Chris Paul. I Clippers, che si sono visti espellere sia Austin Rivers, sia il padre coach, Doc, hanno subito così un umiliante 140-116, quinta sconfitta di fila in un fine 2016 da dimenticare.

SUPER THOMAS - Lo ricorderà a lungo, invece, il play dei Celtics, il cui exploit entra nella storia della franchigia e della Nba. Thomas, alto 1.75 cm, ha segnato 52 punti, 29 nel solo ultimo quarto, consentendo a Boston la rimonta decisiva sui Miami Heat (117-114). I paragoni storici si sprecano, scomodando miti come Wilt Chamberlain a Larry Bird. Negli altri incontri, regolari le sconfitte delle due squadre di New York - Washington-Brooklyn 118-95 e New Orleans-New York 104-92 -, come quella di Golden State sui Dallas Mavericks (108-99). I Warriors chiudono l'anno scolare con 72 vittorie e 12 sconfitte per suggellare il miglior biennio (144-24) nella storia della NBA, battendo quello dei Bulls '96-'97 (136-30). Altri risultati: Indiana-Chicago 111-101, Atlanta-Detroit 105-98, Minnesota-Milwaukee 116-99.