Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Fiorentina, Kalinic: quaranta milioni e si tratta subito

Vai alla versione integrale

Ma l'offerta cinese ancora non c'è. I dubbi di Antognoni: «Sostituirlo non è facile, la società ci pensi bene»

FIRENZE - C'è ancora silenzio attorno a Kalinic: gli intermediari sono al lavoro, ma al momento non sono fissati appuntamenti. Ieri il direttore tecnico Freitas ha ribadito: "Non abbiamo novità. Nikola è uno dei migliori professionisti che abbia mai conosciuto, ad ora la Fiorentina vuole tenere la sua rosa al completo, nessuno ha bussato alla nostra porta". Di certo c'è che, soprattutto se il Tianjin dovesse decidere di tentare l'affondo al centravanti croato ad un prezzo inferiore ai 50 milioni fissati dalla clausola, si dovrà comunque procedere con un'offerta, se non altro per aprire il tavolo della trattativa, che sia a 38 o a 40 milioni, magari più bonus. La società nega che, fin qui, sia arrivata. Anche Antognoni ha parlato della situazione: "Per Nikola c'è un discorso aperto per via del mercato, ma di certo non c'è niente. Vediamo cosa accadrà, ma in questo momento è ancora della Fiorentina. Sostituirlo non è facile, quindi la società dovrà pensarci bene".  

CALCIOMERCATO
 
CONTROMOSSE - Mosse successive, immaginate: ma per il momento restano ferme. Su Zarate si sta ancora aspettando l'offerta ufficiale del Watford. Mazzarri lo vorrebbe il giocatore, ma servirà l'offerta giusta. Un anno fa fu pagato 2,5 milioni e l'intenzione è quella di non scendere di molto. Si lavora anzi per l'estate: piace Costil, l'attuale portiere del Rennes, 29 anni in scadenza di contratto: potrebbe  arrivare a parametro zero. Piace poi anche Adrian Marin, classe '97, terzino sinistro spagnolo di proprietà del Villareal.

TUTTO SULLA FIORENTINA