Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Sicurezza, Bosch mette in comunicazione auto e moto

Vai alla versione integrale
I motociclisti passano spesso inosservati nel traffico stradale, sia agli incroci sia durante il transito

ROMA - Che i motociclisti siano tra gli utenti della strada più deboli non è certo una novità. Chi si muove su due ruote è diciotto volte più a rischio di rimanere ucciso in un incidente rispetto a chi sta in auto. Uno dei motivi principali è che i motociclisti passano spesso inosservati nel traffico stradale, sia agli incroci sia durante il transito. Bosch, insieme ai suoi partner Autotalks, Cohda Wireless e Ducati, ha sviluppato una soluzione intelligente per questo problema facendo in modo che moto e automobili dialoghino, creando uno scudo digitale di sicurezza per i motociclisti evitando che si verifichino situazioni pericolose.

Il tuo browser non supporta questo video

PERICOLO - Secondo le stime della ricerca sugli incidenti di Bosch, la comunicazione moto-automobile potrebbe evitare circa un terzo degli incidenti in moto, ecco come funziona: i veicoli entro un raggio di diverse centinaia di metri si scambiano fino a dieci volte al secondo informazioni su tipo di mezzo, velocità, posizione e direzione di marcia, molto prima che i guidatori notino la presenza di una moto, questa tecnologia li informa che se ne sta avvicinando una, consentendo di adottare una strategia di guida più difensiva. Per esempio, tipiche situazioni pericolose sono quelle in cui una moto si avvicina a un'auto da dietro su una strada a più corsie, finisce nel punto cieco di un'auto o cambia corsie per passare.

COMUNICAZIONE - Se il sistema identifica una situazione potenzialmente pericolosa, può avvisare il motociclista o l'autista con un allarme e una spia sul cruscotto. La base per lo scambio dati è fornita dallo standard WLAN pubblico (ITS G5). Tempi di trasmissione di pochi millisecondi tra mittente e destinatario significano che gli utenti partecipanti – anche quelli parcheggiati - generino e trasmettano informazioni relative alla situazione del traffico in tempo reale. Affinché le informazioni raggiungano anche i mezzi più la tecnologia utilizza una forma di comunicazione multi-hop che invia le informazioni automaticamente da veicolo a veicolo.