Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Dani Alves saluta la Juve e punge Marotta: «Non gioco per soldi»

Vai alla versione integrale

Il terzino brasiliano si è congedato dai tifosi juventini con un post su Instagram

TORINO - Dani Alves ha salutato la Juventus. Il terzino, che negli ultimi giorni è stato avvicinato al Manchester City, si è congedato con un post su Instagram: «Mi piacerebbe ringraziare tutti i tifosi della Juventus per l'anno vissuto, i miei compagni per avermi accolto e per essere dei veri professionisti. Grazie a loro questo club vince e arriva alle finali. Credo che il mio rispetto verso questo club e la sua tifoseria è consistitio nella mia dedizione, il mio impegno, la mia passione e tutto il mio sforzo per far parte di questa squadra, che cresce ogni giorno».

Scudetto, ecco il francobollo Juventus ''Legend''

LE SCUSE - Nel lungo post c'è spazio anche per un chiarimento sulla foto che aveva suscitato scandalo tra gli juventini, ovvero quella che ritraeva gli scarpini della finale vinta col Barcellona proprio contro la Juve: «Chiedo scusa ad ogni tifoso juventino se hanno pensato che io abbia fatto qualcosa per offenderli, mai ho avuto questa intenzione: ho un modo spontaneo di vivere le cose sicché pochi lo capiscono... Anche se sembra, non sono perfetto, ma il mio cuore è puro». 

MAROTTA - Oltre al ringraziamento rivolto a tifosi e compagni, l'unica persona che merita una menzione specifica è Giuseppe Marotta, al quale Alves dedica alcune frasi che si prestano a multiple interpretazioni: «Oggi finisce il nostro rapporto professionale e porterò con me tutti quelli che rendono davvero e di cuore la Juventus un grande club». Poi, però, arriva la frecciatina al dg bianconero: «Come tutti sanno, pecco sempre per dire quello che penso e quello che sento. Io sento che devo ringraziare Marotta per l'opportunità che gli ho dato di avere un grande professionista, uno che ama il suo lavoro. Non gioco al calcio per soldi, gioco al calcio perché amo questo lavoro e rispetto chi ne fa parte. Farò in modo che tu approfitti del mio lavoro (rivolgendosi a Marotta, ndr) per fare molti anni di vacanze. Amo il calcio e i soldi non mi tratterranno da nessuna parte?. Grazie mille!». 

 

Me gustaría agradecer a todos los TIFOSI DE LA JUVENTUS por el año vivido, A LOS COMPAÑEROS POR ACOGERME Y A LOS PROFESIONALES QUE SON, POR ELLOS QUE ESE CLUB GANA Y LLEGA A FINALES. Creo que mi respecto a ese club y su afición fue minha dedicación, mi entrega, mi pasión y todo mi esfuerzo para hacer de ese club, un club más grande cada día. Pido perdón a los aficionados de la Juventus si algún momento pensaron que hice alguna cosa para ofenderles, nunca jamás tuve esa intención, apenas tengo una forma de vivir las cosas espontáneamente QUE pocos lo entienden... aunque parezca no soy perfecto, pero mi corazón es puro. Hoy finaliza nuestra relación profesional y llevaré conmigo todos los que hacen de verdad y de corazón la Juve un grande club. Como saben yo siempre peco por decir lo que pienso y lo que siento.... yo siento que debo decir gracias al señor MAROTA por la oportunidad que te di de tener um grande profesional e alguien que ama su profesión como el que más.... no juego al fútbol por dinero, juego al fútbol porque amo essa profesión y respecto a los que forman parte de ella. Dejare que tu aproveches lo que he trabajado para que tu hagas muchos años de vacaciones. Yo AMO EL FÚTBOL y dinero jamás va me retener en algún lugar. MUCHAS GRACIAS! #TAMOACTIVOPANITA

Un post condiviso da DanialvesD2 My Twitter (@danialves23) in data: 27 Giu 2017 alle ore 11:42 PDT

Juventus, ecco la nuova sede: prima riunione del Cda