Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Mazda Vision Coupé e Kai Concept: assaggi di futuro prossimo

Vai alla versione integrale

Una sportiva e una hatchback equipaggiata con il primo motore benzina a compressione. Mazda anticipa al Salone di Tokyo le novità per i prossimi anni

ROMA – La tradizione sportiva Mazda non si discute, è un fatto. Il marchio di Hiroshima ha vinto la 24 Ore di Le Mans nel 1991 e quest’anno ha corso in America nel campionato Imsa coi prototipi RT24-P. Una sportività che su strada si è tradotta nelle quattro generazioni di MX-5 e in modelli come la RX7.

Che presto potrebbe avere un’erede. Già nel 2015 Mazda aveva presentato al Tokyo Motor Show la RX-Vision, una visione, appunto, di supercar secondo il marchio che rende omaggio a modelli come R360, la prima autovettura Mazda, e Mazda Luce Rotary, nota anche come Mazda R130.  

Ora Mazda presenta, sempre al salone di casa, la Vision Coupé, espressione più attuale del Kodo Design e del l’estetica minimalista giapponese applicato alla velocità. L’interno traduce in forma il tradizionale concetto architettonico giapponese del “ma” (letteralmente “spazio”), combinando la profondità tridimensionale con uno spiccato asse longitudinale per creare uno spazio pulito e lineare pur mantenendo un senso di movimento. 

 

Altra interessante novità riguarda la Kai Concept equipaggiata con l’atteso propulsore benzina Skyactive-X. La hatchback è sviluppata sulla nuova architettura Skyactive-Vehicle Architecture e anticipa le forme e i contenuti delle prossime Mazda. Kai Concept presenta un design dalle proporzioni muscolari e robuste in una forma che prende letteralmente vita grazie ai delicati riflessi di luce lungo le fiancate.

Affinamenti in tutte le zone attinenti le performance dinamiche hanno dato origine ad una guida più confortevole e significativamente più silenziosa, oltre che a migliori prestazioni.  Grazie al motore Skyactiv-X, il primo benzina disponibile sul mercato che utilizza il sistema di accensione per compressione. Il debutto sul mercato è fissato per il 2019: la tecnologia Spark Controlled Compressed Ignition supera i problemi che hanno impedito la commercializzazione di motori a benzina ad accensione ad alta compressione essendo capace di massimizzare la zona in cui è possibile l’accensione a compressione. E già lo scorso agosto Mazda aveva anticipato che l'accensione a compressione rende possibile una combustione super magra che migliora l'efficienza del motore fino al 20-30 percento rispetto alla Skyactiv-G attuale e del 35 al 45 percento rispetto ai motori del 2008.