Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Aston Martin Vantage, eleganza e potenza british

Vai alla versione integrale
La nuova coupé di Gaydon cambia fuori ma anche nell'abitacolo: sotto al cofano il nuovo V8 da 510 cv

ROMA – La prima Aston Martin risale al 1914. In oltre un secolo di storia il marchio di Gaydon si è  guadagnata meritatamente un posto nel pantheon dei marchi più blasonati al mondo. Il merito è certo della imperitura DB5 di James Bond ma anche della famiglia Vantage, la cui capostipite venne presentata nel 1977. Giusto 40 anni dopo Aston Martin presenta la nuova generazione, sviluppata su un telaio in alluminio e caratterizzata da un design che evolve gli stilemi mostrati con la Bondcar DB10 del 2014

La sportiva è equipaggiata con  il nuovo V8 twin-turbo 4.0 litri di origine Mercedes AMG in grado di sviluppare 510 Cv di potenza e una coppia massima di 685 Nm già a 2.000 giri.  Che grazie al peso a secco di 1530 kg e all’abbinamento con il cambio otto rapporti ZF iconsente di scattare da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e di raggiungere una velocità massima di 314 km/h

Ai radicali cambiamenti stilistici della carrozzeria si abbina la rivoluzione proposta all’interno. Un ambiente molto più moderno dove svetta l’infotainment con schermo da 8 pollici, insieme alla consolle sul tunnel che raggruppa i pulsanti del cambio automatico intorno all’accensione e i tasti secondari. Pelle e Alcantara sono i materiali d'elezione per la Vantage nella proposta standard, da personalizzare ricorrendo alle diverse varianti di pelle e al pacchetto con inserti in fibra di carbonio. Il prezzo, per il mercato tedesco, della nuova Vantage V8 è stato fissato in 154 mila euro

Aston Martin Vantage 2018: foto