Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Un grande passo verso il futuro

Vai alla versione integrale
© AFPS
Roma ha risposto alla grande al battesimo della Formula E

ROMA - Roma ha risposto alla grande al battesimo della Formula E, un successo reso ancora più bello dalla partecipazione del pubblico e dalla curiosità generata dall’evento. Anche tanti personaggi del mondo dello sport - da Malagò a De Laurentiis, da Pallotta a Baldissoni - hanno voluto seguire da vicino l’appuntamento: un debutto speciale per la città, un punto di attrazione per migliaia di romani e italiani, ma anche per moltissimi stranieri, che hanno scelto di sbarcare nel week-end nella Capitale per gustarsi uno spettacolo che ha saputo stupire ed emozionare.

La Formula E non ha rappresentato un richiamo solo per gli appassionati di motori. Nella cornice suggestiva dell’Eur sono sfrecciate le macchine nella loro eleganza e nella loro bellezza: l’attesa è stata ampiamente ripagata dai brividi che le monoposto hanno saputo offrire. Un messaggio affascinante, nel segno della modernità e della qualità, rafforzato dai meccanismi perfetti della macchina organizzativa della Formula E, coadiuvata dal prezioso impegno dell’amministrazione capitolina, ieri rappresentata alla partenza dalla sindaca Raggi e dall’assessore allo sport Frongia. Ogni dettaglio è stato curato con attenzione, valorizzando così la kermesse. E non è un caso che alla fine siano arrivati anche i complimenti di Alejandro Agag, presidente del campionato automobilistico della Formula E, pronto a rimarcare gli sforzi sostenuti per ospitare la corsa in grande stile. Un motivo di orgoglio, sicuramente, ma anche di riflessione, perché la Formula E avrebbe potuto rappresentare solo il primo anello di una lunga catena di avvenimenti sportivi nella Capitale, accompagnando magari la città e l’Italia verso le Olimpiadi del 2024. Ma questo purtroppo è un altro discorso. E per tanti versi un rimpianto.