Dagli Usa: «Wada assolve 95 atleti russi su 96»

© EPA

«Prove disponibili ritenute insufficienti» annuncia il New York Times

ROMA - L'agenzia antidoping mondiale (Wada) ha deciso di assolvere 95 dei primi 96 casi di atleti esaminati nell'indagine sul sistematico programma statale russo di doping. Lo rivela il New York Times citando un rapporto interno dell' agenzia. "Le prove disponibili sono insufficienti", scrive Olivier Niggli, direttore generale dell'agenzia. Una decisione destinata a suscitare polemiche, con l'interrogativo se sia prevalsa l'efficacia del sistema russo nel distruggere le prove o l'approccio soft degli investigatori.

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home