Ciclismo, «Aggressione a una escort e tentato omicidio». Scarcerato Ullrich

© EPA

Il vincitore del Tour de France '97, stando a quanto riportato da un portavoce della polizia di Francoforte, era sotto l'effetto di alcol e droghe. Ma per il pm «le condizioni per la detenzione non sono state soddisfatte»

 

ROMA - Jan Ullrich finisce di nuovo nei guai. Il 44enne ex corridore è stato arrestato all'alba in un hotel di lusso a Francoforte dopo aver aggredito e ferito una escort. Secondo un portavoce della polizia di FrancoforteUllrich era sotto l'effetto di alcol e droghe al momento dell'arresto. Una settimana fa il vincitore del Tour '97 era finito in manette a Maiorca per violazione di proprietà privata e tentata aggressione nei confronti del suo vicino, il regista e attore Til Schweiger. Un paio di giorni dopo Ullrich aveva confessato alla 'Bild' di aver sofferto la separazione dalla moglie Sara e dai due figli. «Ho fatto e preso cose di cui mi pento molto», erano state le parole dell'ex campione tedesco, che era tornato in Germania proprio per iniziare le terapie. Jan Ullrich, ad ogni modo, è stato rimesso in libertà: dopo aver consultato l'ufficio del pubblico ministero di Francoforte, la polizia ha deciso di rilasciare l'ex ciclista tedesco, visto che "le condizioni per la carcerazione non sono state soddisfatte". Un'inchiesta "per tentato omicidio e lesioni corporali pericolose" è stata tuttavia aperta contro Ullrich, che si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande. Dopo aver passato la notte con la giovane donna, Ullrich l'avrebbe colpita e strangolata sul pavimento. La vittima ha avuto bisogno di "cure mediche", ha detto all'AFP la polizia. 

(in collaborazione con Italpress)

 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home