Dakar: 10 minuti a Sainz, ma Peugeot farà appello

© Getty Images

Il leader della classifica auto penalizzato per «comportamento potenzialmente pericoloso»

ROMA - Il leader della Dakar, Carlos Sainz, ha ricevuto una penalizzazione di 10 minuti per «comportamento potenzialmente pericoloso» nei confronti di Kees Koolen, durante la settima tappa della corsa. Il pilota di quad olandese, uno dei fondatori del portale booking.com, ha accusato il madrileno della Peugeot di averlo colpito con la sua auto durante la prima parte della marathon e di non essersi neppure fermato a soccorrerlo.

RICORSO Dopo aver ascoltato le varie testimonianze, Lucas Cruz e Bruno Famin, i commissari di gara, hanno deciso di togliere 10 minuti a Sainz che, nonostante la penalizzazione, rimane comunque in testa alla classifica, anche se adesso il suo vantaggio sul pilota Toyata Al Attiyah è sceso a 56 minuti. Dopo l'ufficializzazione, la Peugeot ha dichiarato la sua intenzione di fare ricorso. Lo stesso, però, vale anche per Koolen, che ritiene che 10 minuti siano pochi: «Avrei potuto essere morto e lui (Sainz, ndr) neanche si è girato indietro, non si è fermato, nessuno si è fermato e mi ha chiesto se stavo bene», ha dichiarato all'inviato speciale di Marca.

Tutte le news di rally

Dakar 2018: tappa combattuta, la spunta Peterhansel

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Sfida Pronostico

Commenti

Dalla home

Vai alla home