Rugby, O'Shea: «Il nostro futuro è adesso»

© PA

Le parole del ct dell'Italrugby in vista dell'ultima sfida azzurra del torneo Sei Nazioni prevista allo Stadio Olimpico contro la Scozia: «siamo sulla giusta strada» 

ROMA - «Il nostro futuro è adesso: abbiamo iniziato un percorso che con questo gruppo ci consentirà di crescere anno dopo anno, anche dopo il Mondiale. Ma sabato vogliamo vincere contro la Scozia». Così il ct dell'Italia di rugby, Conor O'Shea, in vista dell'ultima sfida del torneo Sei Nazioni in programma sabato 17 marzo allo stadio Olimpico di Roma contro la Scozia.

«Il nostro problema è che dobbiamo gestire le energie - precisa il tecnico azzurro - so che è difficile ma questo è il nostro cammino. Sono sicuro al 100% che siamo sulla giusta strada. È difficile perché vogliamo vincere subito, ma con questo gruppo impareremo sempre la nostra prestazione quando capiamo le cose fondamentali in ogni partita». «Sono contento che questo gruppo ha imparato tanto in questo Sei Nazioni. È dura perché vogliamo vincere e prima di tutto vogliamo essere nei prossimi due anni nella top 10 del ranking mondiale. Ma io penso a oggi e se ho sempre detto che al Sei Nazioni se noi giochiamo al massimo e gli altri al massimo noi perdiamo, ora dico che è possibile vincere contro tutti, se solo riusciamo a controllare quel che vogliamo nei momenti importanti del match». «Lo scorso anno abbiamo iniziato un processo - conclude O'Shea - vogliamo vincere contro la Scozia e sappiamo che ci sono due o tre momenti fondamentali in una partita. Se li coglieremo, forse vinceremo sabato. Ma dobbiamo creare opportunità». Ecco i convocati dell'ultima sfida del Sei Nazioni tra Italia e Scozia scelti dal ct azzurro, previsto il debutto all'Olimpico di Jake Polledri.

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

 

Commenti

Dalla home

Vai alla home