Diritti tv, Sky ottiene la sospensione del bando fino al 4 maggio

© ANSA

L'emittente satellitare in una nota ha garantito di voler "continuare a contribuire alla crescita del calcio italiano, per lanciare nei prossimi giorni una grande offerta economica che possa garantire il futuro dei club sportivi, oltreché la qualità, la creatività e l'autonomia editoriale e giornalistica"

MILANO - Sky Italia prima di lanciare la propria offerta sui diritti tv del campionato di calcio di Serie A, ha chiesto per vie legali al Tribunale di Milano una verifica dell'aderenza del bando di Mediapro alle leggi italiane, alla Legge Melandri e alle recenti indicazioni dell'Autorità della concorrenza, ottenendone la sospensione sino al 4 maggio. Lo apprende l'ANSA da fonti dell'emittente satellitare. Il termine per la presentazione delle offerte era fissato dal bando al 21 aprile.

LA NOTA - Secondo Sky, "il bando di Mediapro solleva così tante perplessità da rendere necessario verificarne la legalità prima di presentare importanti offerte". Come spiegano le fonti, l'emittente satellitare si è rivolta al Tribunale che, dopo avere sospeso immediatamente il bando di Mediapro, fornirà il suo responso il 4 maggio. Sky ribadisce in una nota che "intende continuare a garantire agli abbonati un prodotto di qualità, nella piena libertà e autonomia giornalistica e editoriale in un sistema non discriminatorio e di libera concorrenza fra gli operatori". Sempre nella nota, l'emittente di proprietà del magnate australiano Rupert Murdoch ricorda che "investe da molti anni in Italia nel calcio e nella Serie A, raggiungendo milioni di case, di famiglie, di appassionati, con la grande soddisfazione di tutti gli abbonati, delle squadre di calcio, in un sistema competitivo e osservando sempre le regole e le leggi italiane".

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home