Man United-Leicester 2-1, capitan Pogba fa sorridere Mou

© AP

Il francese onora la fascia con una rete su rigore dopo 3 minuti. Shaw chiude i conti nel finale, a segno anche Vardy

ROMA - Il 15 luglio aveva impreziosito il trionfo francese nella finale del Mondiale con un gol. A distanza di meno di un mese, con 4 giorni di allenamento nelle gambe e tanti rumour di mercato nella mente, capitan Paul Pogba inaugura la Premier League con la rete che spiana la strada all'esordio vincente dello United. Almeno per una sera Mourinho torna a sorridere domando un bel Leicester: solo la prima rete in carriera di Shaw a 7 minuti dalla fine spazza via la tensione per un match che i Red Devils non sono mai riusciti a semplificare.

UNITED SUBITO IN GOL - Il primo spartiacque della stagione si materializza dopo una manciata di secondi: Amartey rovina la serata con un fallo di mano ingenuo e l'arbitro Marriner non può esimersi dall'assegnare il rigore. Capitan Pogba va sul dischetto, rallenta molto la rincorsa e riesce a infilare Schmeichel alzando la traiettoria. Il Leicester non si fa intimorire e si affida alle fasce per ipotizzare una replica. Al 15' Gray illumina Iheanacho che si gira nel cuore dell'area e sfiora il bersaglio. La conclusione è vanificata dalla segnalazione di un fuorigioco dubbio. Occasione ancora più clamorosa al 29': solo un grande De Gea nega con un riflesso la gioia del primo gol in Premier League al 21enne Maddison, comprato in state dal Norwich per 20 milioni di sterline. Passano 6 minuti e torna a farsi vedere Iheanacho che, innescato da un tocco geniale di prima di Gray, viene arginato con il fisico da Bailly mentre si accinge a liberarsi per il tiro.

Manchester United-Leicester 2-1: cronaca e statistiche 

LA RIPRESA - Nella ripresa il ritmo cala in maniera fisiologica: al 56' si fa vedere Darmian che chiama a un intervento non complesso Schmeichel. Il Leicester fatica a replicare l'intensità della prima frazione e lo United prova a chiudere i conti con alcune folate in velocità: al 64' Sanchez aspetta il rimorchio di Mata che sbaglia la conclusione dal limite. Dopo mezzora senza sussulti, il neoentrato Vardy prova a riaccendere le Foxes: dopo aver recupertato con forza (e forse con un fallo) il pallone sul lato corto dell'area di rigore, l'attaccante inglese serve Gray che impegna De Gea. Pochi istanti dopo un altro giocatore subentrato, Lukaku, sperpera l'occasione di chiudere i conti: il belga viene messo da Sanchez solo davanti Schmeichel che in uscita disperata devia il tiro a colpo sicuro sopra la traversa. A sbriciolare la paura della rimonta ci pensa Shaw che a 7 minuti dalla fine elude il difensore con il controllo e poi inventa il diagonale vincente. Inutile la rete di Vardy al 93': il faro del Leicester confeziona il tap-in dopo il palo colpito da Ricardo Pereira ma è troppo tardi per sognare la rimonta. L'ultimo brivido lo regala Schmeichel che al 95' devia un corner battuto da sinistra ma non inquadra lo specchio. Lo United inaugura la Premier League con 3 punti, per la qualità del gioco meglio ripassare più avanti.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home