Juventus-Dybala, vertice sul futuro

©  Getty

La dirigenza incontrerà il fratello manager di Paulo la prossima settimana. Marotta lo ha già detto: per il club è incedibile

ROMA - Dybala resta alla Juve. Lo ha detto l’amministratore delegato del club bianconero Beppe Marotta e in questo senso non ha fatto altro che ripetere quanto promesso (e mantenuto) nelle estati del 2016 e del 2017. Questa che per la Juve si è praticamente conclusa domenica a Roma, con il pareggio contro la squadra di Di Francesco e la matematica del settimo scudetto di fila, è stata una stagione diversa dalla altre per Dybala. La sua ascesa verso l’Olimpo degli dei del calcio in qualche modo ha frenato un po’. C’è stato il black out di novembre e dicembre, ci sono stati gli infortuni, la prestazione di Torino contro il Real Madrid (interrotta in anticipo per l’espulsione) e quella grigia che gli ha fatto finire prima Allegri, contro il Napoli.

Ma c’è stato anche dell’altro, per essere chiari: i 26 gol che ne fanno il miglior marcatore bianconero stagionale e in campionato (22 reti contro le 16 di Higuain), il segno più chiaro di come alla fine, al netto di quello zone di scuro (evidentemente motivate e vi racconteremo da cosa) la Joya è fatta per brillare e tutto sommato ha brillato. E poi c’è la sua prestazione cristallina nella finale di Coppa Italia, quel quarto d’ora di inizio secondo tempo, in cui la Juve ha iniziato a demolire il Milan con Paulo mattatore. Una sorta di segnale per tutti, un modo per dire: ci sono e ci sarò ancora. Di questo parleranno la prossima settimana i dirigenti bianconeri e il fratello di Paulo, Mariano Dybala, che lo sta ormai gestendo da diversi mesi.

GUAI. Ci sono vicende private che hanno segnato la terza stagione di Dybala alla Juve e molto, probabilmente tutto, nasce dalla scelta che l’argentino ha fatto di cambiare manager e affidarsi totalmente, appunto, al fratello Mariano. Probabilmente le modalità sono state troppo nette, fatto sta che si è creato un forte attrito con la precedente gestione, che faceva riferimento a Pierpaolo Triulzi, il manager che portò Dybala alla Juve. Come spesso accade in questi casi, la questione è finita in tribunale ed è sfociata in qualcosa di ancora più grande quando (...)

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

I GOL PIU' BELLI DI DYBALA: PRIMA PARTE

 

I GOL PIU' BELLI DI DYBALA: SECONDA PARTE

 

 

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home