Juventus, Allegri guarda avanti: «Ora testa al campionato, altrimenti il Napoli scappa»

© LAPRESSE

L'allenatore resta fiducioso in vista del ritorno degli ottavi di Champions dopo il 2-2 casalingo col Tottenham e replica alle critiche: «Non accetto processi ai miei ragazzi»

TORINO - Solo un pizzico di delusione nelle parole di Massimiliano Allegri alla fine dell'andata degli ottavi di finale che ha visto la sua Juventus farsi rimontare dal 2-0 al 2-2 all'Allianz Stadium«È stata una bella partita, siamo andati in vantaggio poi abbiamo subito il loro ritorno anche perché hanno fatto una buona pressione - ha detto dopo il match il tecnico bianconero ai microfoni di “Premium Champions” -.

 Loro hanno avuto l’occasione per il 2-1 dove Buffon ha fatto un grande parata, noi poi abbiamo avuto l’occasione del 3-0, poi hanno segnato loro e poi c’è stato il rigore. Nella ripresa non hanno creato quasi niente, ora c’è il ritorno, è una partita secca e dovremo cercare di vincere. Contro il Tottenham è normale andare un po’ in difficoltà, dopo il 2-0 abbiamo smesso di giocare, ci siamo abbassati troppo e dobbiamo migliorare sotto quell’aspetto. Però era un ottavo di Champions League, dispiace per il pareggio ma abbiamo tutte le carte in regola per andare a Londra per vincere».

Juventus-Tottenham 2-2: non basta Higuain

L'ANALISI TATTICA - Il discorso si passa poi sulla tattica: «Ci siamo abbassati molto nel primo tempo, nella ripresa invece con Mandzukic e Douglas Costa più vicini a Higuain ci siamo coperti meglio. Questa è l’unica cosa della gara che potevamo fare meglio. Poi il calcio è strano, a volte ti dà a volte ti toglie. Sorpreso da questo Tottenham? No, non mi ha sorpreso, sono una squadra molto fisica e molto tecnica. Noi abbiamo avuto un buon impatto e loro nel primo tempo non hanno creato tanto. Hanno fatto gol su una palla persa in uscita dove loro sono formidabili. Dybala e Matuidi saranno disponibili per il ritorno? Sì, ci saranno ma ora noi dobbiamo pensare al campionato. Ora c’è il Torino, la Champions tornerà tra un mese, sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi. Non pensavo di poter ‘uccidere’ il Tottenham già all’andata».

Juventus-Tottenham 2-2: il tabellino

VIDEO: La sfuriata di Allegri

TRA CRITICI E NAPOLI - In sala stampa poi l'allenatore livornese replica duramente ai critici e risposta l'attenzione sul camponato: «Non accetto processi alla squadra né che l'ambiente si deprima per un 2-2 in Champions e contro una squadra forte come il Tottenham. Se succede questo allora qui non serve un dottore ma ne servono molti e bravi, perché questa squadra ha vinto sei scudetti, tre volte di fila la Coppa Italia più altri trofei e ha fatto due finali di Champion in tre anni nonostante la presenza di squadre più forti come Real, Barcellona, Psg o Bayern.

Vincere è qualcosa di straordinario e a volte il confine tra la disfatta e il successo è sottile. Stasera per esempio potevamo fare sia il gol del 3-0 e poi quello del 3-1 sul secondo rigore (sbagliato da Higuain che aveva segnato quello del 2-0, ndr). Ora comunque torniamo a pensare subito al campionato, altrimenti il Napoli scappa».

Di seguito le parole di Bernardeschi e De Sciglio...

© LAPRESSE

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home