Sorteggi Champions: non male per Roma e Juventus, Napoli e Inter sfortunate

© EPA

I giallorossi pescano Real, Cska Mosca e Viktoria Plzen. I bianconeri Manchester United, Valencia e Young Boys. Gli azzurri Psg, Liverpool e Stella Rossa. La squadra di Spalletti Barcellona, Tottenham e Psv

ROMA - È nata la Champions League 2018-2019. Il sorteggio al Grimaldi Forum di Montecarlo ha svelato i gironi del massimo torneo calcistico continentale, al via il 18-19 settembre. La nuova edizione vivrà l'ultimo atto il 1° giugno 2019 all'Estadio Metropolitano di Madrid.

Il calendario da conservare con tutte le partite dei gironi di Champions League in regalo con il Corriere dello Sport.

TUTTO SUI SORTEGGI

I GIRONI DELLE ITALIANE
Juventus Gruppo con Manchester United, Valencia e Young Boys
Roma
Gruppo G con Real MadridCska Mosca e Viktoria Plzen
Napoli Gruppo C con Psg, Liverpool e Stella Rossa
Inter
Gruppo B con Barcellona, Tottenham e Psv

IL QUADRO COMPLETO DEI GIRONI
GRUPPO A:
Atletico Madrid (Spa)
Borussia Dortmund (Ger)
Monaco (Fra)
Bruges (Bel)

Gruppo B
Barcellona (Spa)
Tottenham (Ing)
Psv Eindhoven (Ola)
Inter (Ita)

Gruppo C
Paris St. Germain (Fra)
Napoli (Ita)
Liverpool (Ing)
Stella Rossa (Ser)

Gruppo D
Lokomotiv Mosca (Rus)
Porto (Por)
Schalke 04 (Ger)
Galatasaray (Tur)

Gruppo E
Bayern Monaco (Ger)
Benfica (Por)
Ajax (Ola)
Aek Atene (Gre)

Gruppo F
Manchester City (Ing)
Shakhtar Donetsk (Ucr)
Lione (Fra)
Hoffenheim (Ger)

Gruppo G
Real Madrid (Spa)
Roma (Ita)
Cska Mosca (Rus)
Viktoria Plzen (Cec)

Gruppo H
Juventus (Ita)
Manchester United (Ing)
Valencia (Spa)
Young Boys (Svi)
 

I SORTEGGI: QUARTA FASCIA
Hoffenheim
Gruppo F
Galatasaray
Gruppo D
Young Boys
Gruppo H
Stella Rossa
Gruppo C
Bruges
Gruppo A
Viktoria Plzen Gruppo G
INTER GRUPPO B

I SORTEGGI: TERZA FASCIA
Lione
Gruppo F
Cska Mosca
Gruppo G (Con Roma e Real Madrid)
Schalke 04
Gruppo D
Valencia
Gruppo H (Con Juventus e Manchester United)
Psv Eindovhen
Gruppo B
Ajax
Gruppo E
Liverpool
Gruppo C (Con Napoli e Psg)
Monaco
Gruppo A

I SORTEGGI: SECONDA FASCIA
Borussia Dortmund 
Gruppo A
Tottenham
Gruppo B
NAPOLI 
Gruppo C
Porto
Gruppo D
Benfica 
Gruppo E
Shakhtar Donetsk 
Gruppo
ROMA Gruppo G
Manchester United Gruppo H

I SORTEGGI: PRIMA FASCIA
Atletico Madrid Gruppo A
Barcellona 
Gruppo 
Psg
 Gruppo C
Lokomotiv Mosca
Gruppo D
Bayern Monaco Gruppo E
Manchester City
Gruppo F
Real Madrid 
Gruppo G 
JUVENTUS Gruppo H

18.48 PREMIO MIGLIOR CENTROCAMPISTA A LUKA MODRIC

18.35 PREMIO MIGLIOR DIFENSORE A SERGIO RAMOS

18.28 KAKA' ESTRAE LA PRIMA PALLINA: È IL PSG
Il Psg è stato inserito nel gruppo C

+++18.24 A MODRIC L'UEFA PLAYER OF THE YEAR: CR7 NON C'E' A MONTECARLO+++
L'attaccante della Juventus non si è ancora visto né in sala né in passerella, a Montecarlo. Secondo alcune indiscrezioni il premio Player of the Year assegnato dall'Uefa al miglior giocatore della passata stagione di Champions League sarebbe di Luka Modric. Ancora non è ufficiale

18.21 MIGLIOR PORTIERE: KEYLOR NAVAS
Il portiere del Real Madrid era in lizza con Buffon e Alisson. 

18.17 PREMIO ALLA CARRIERA A BECKHAM
Il presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin, ha consegnato il "Premio del presidente Uefa 2018" all'ex capitano dell'Inghilterra David Beckham all'inizio della cerimonia dei sorteggi per la fase a gironi della Champions League 2018/19. Beckham è stato scelto "perché e' stato un ambasciatore mondiale per il calcio, la promozione del gioco e tutti i suoi valori in ogni angolo del pianeta. Anche i suoi sforzi umanitari instancabili, che hanno aiutato la vita di molti bambini in tutto il mondo, devono essere celebrati".

18.15 KAKA': «JUVE TRA LE FAVORITE»
Kakà ai microfoni della Rai: «La Juventus è una delle favorite, l'arrivo di CR7 darà molto alla squadra bianconera»

18.09 INIZIATA LA CERIMONIA A MONTECARLO



17.43 CRISTIANO RONALDO MIGLIOR MARCATORE DI SEMPRE
Con 121 reti in 157 partite, Cristiano Ronaldo è il miglior marcatore di tutti i tempi della Champions League: alle sue spalle Leo Messi, con 100 gol in 125 partite. Tra i calciatori in attività segue Benzema (6° nella classifica assoluta) con 56 gol

16.57 COME FUNZIONA IL SORTEGGIO
In caso di federazioni con due o più partecipanti, i club sono stati accoppiati per suddividere le loro gare tra martedì e mercoledì, principalmente:
Real Madrid e Barcelona
Atlético Madrid e Valencia
Bayern e Dortmund
Man. City e Tottenham
Juventus e Inter
Paris e Lyon
Lokomotiv Moskva & CSKA Moskva
Porto e Benfica
Man. United e Liverpool
Napoli e Roma
Schalke e Hoffenheim
Ajax e PSV Eindhoven
Se un club accoppiato viene sorteggiato, per esempio, nei gruppi A, B, C o D, l'altro club abbinato – una volta sorteggiato – viene automaticamente assegnato a uno dei gruppi E, F, G o H. Il sorteggio stabilirà inoltre i gironi per il percorso UEFA Champions League della UEFA Youth League

16.50 LIVERPOOL INSIDIA PER TUTTE LE ITALIANE
Il Liverpool, che sarebbe stato in ogni caso un possibile “cliente” sia per Allegri sia per Spalletti, resterà nella terza e sarà dunque una delle papabili avversarie anche per Di Francesco e Ancelotti. A conti fatti le chances che Salah e compagni incrocino un’italiana, destinate in 4 gironi diversi, sono elevate. E vista la campagna acquisti che Klopp ha avuto in regalo dalla dirigenza, non sarebbe una buona notizia soprattutto perché nella terza urna ci sono avversarie decisamente più alla portata come per esempio il Psv, che ieri sera ha estromesso il Bate Borisov, il Cska Mosca o il Valencia, che è stato “promosso” complice l’eliminazione del Salisburgo nel play off con la Stella Rossa. Per gli spagnoli adesso è possibile il remake della sfida con l’Inter già andata in scena nel 2002, 2003, 2004 e 2007.

16.45 LE REGOLE: NIENTE DERBY E ALTERNANZA SU DUE ORARI
Nella fase a gironi della Champions non si possono affrontare formazioni della stessa nazione. Nei vari raggruppamenti, dunque, niente “derby”. La novità è rappresentata dal doppio orario per i due giorni di gara (martedì e mercoledì): si giocherà alle 18,55 e alle 21. Dopo il mercato di gennaio ogni club potrà inserire in lista 3 nuovi calciatori anche se questi hanno già giocato in Champions con un’altra formazione. Domani mattina il sorteggio di Europa League.

16.37 FOCUS, LE ITALIANE
Per la Champions siamo più attrezzati del passato. Della Juve si è detto: ora c’è Ronaldo, l’uomo della Coppa. La Juve è la squadra in Europa che si è rafforzata di più, Real e Barcellona si sono indebolite. Ma anche il Napoli ha un uomo da coppa, Carlo Ancelotti, che conserva il record di vittorie (3) insieme a Bob Paisley e Zidane. E’ una garanzia, l’Europa è il suo territorio di caccia. A Madrid, quando il Real puntava alla Decima, riunì i giocatori e disse: «Voi portatemi ai quarti e io vi porto la Coppa». Andò esattamente così. La Roma riparte dalla semifinale di un anno fa, anzi, dai quarti col Barcellona, con la straordinaria rimonta dell’Olimpico. Ora sa come si fa. In questo momento di confusione e difficoltà, dire che pure l’Inter ha buone possibilità di arrivare fino in fondo sembra poco realistico. In effetti, rispetto alle altre tre italiane parte dietro. Ma vale la pena ricordare che, restando nel campo della storia, l’Inter è stata l’ultima squadra italiana a vincere la Champions nel 2010. Sono passati 8 anni, non poco, però nemmeno un secolo.

16.34 FOCUS, BAYERN E PSG
I bavaresi ripartono da capo, dopo Ancelotti e dopo Heynckes, con Nino Kovac, ma non c’è stato potenziamento sul mercato. Il Bayern ha giocato l’ultima finale nel 2013, vincendola. Il Psg, invece, non c’è mai arrivato in tutta la sua storia. In ogni caso è una squadra che richiama l’attenzione di tutta Europa, fosse solo per la presenza di due dei tre attaccanti più veloci del continente, Neymar e Mbappé (Salah è il terzo). E poi c’è Buffon, che insegue quella Coppa da sempre. Provate a pensare a una finale Juve-Psg, 0-0 al 90', 0-0 al 120', 4-4 ai rigori e all’ultimo tiro Ronaldo contro Gigi. Dai, troppo bello. Le italiane dovranno preoccuparsi anche di queste altre formazioni: Porto, Tottenham, Monaco, Schalke 04, Valencia e Hoffenheim.

16.22 FOCUS, LE INGLESI
Il Manchester United sta vivendo una crisi lunghissima. Non vince la Premier dal 2013 e la Champions dal 2008. Nel dopo-Ferguson si è dovuto accontentare di risultati meno eclatanti (fra cui un’Europa League) e in questo momento perfino Mourinho non sembra in grado di capirci qualcosa. Va pure detto che la squadra, a livello internazionale, non è al pari delle grandi. Di sicuro non è paragonabile, come qualità, all’altra squadra di Manchester che però, in Champions, non si è mai avvicinata al titolo: dopo averne vinte due in 4 anni con il Barcellona, Guardiola è rimasto all’asciutto con Bayern e City nei 6 anni successivi. Si raccomanda attenzione per una nuova-vecchia forza, quella del Liverpool.

16.20 FOCUS BARCELLONA
L’altra grande di Spagna spera che Messi (l’altro giocatore che porta la Champions a casa, secondo la statistica suggerita da Allegri) si rigeneri dopo il fallimento del Mondiale. E’ vero che nel Barcellona è sempre stato il vero Messi e nell’Argentina mai, però il tracollo russo pesa. Come pesa la partenza di Iniesta, come pesano gli anni sulle spalle di quella bussola di Busquets

16.13 FOCUS REAL MADRID
Il Real è di nuovo Real Madrid e non più Real Ronaldo, come disse Florentino a Moggi (intervista di ieri). Ma oltre a Cristiano ha perso anche l’allenatore delle tre Champions di fila. Ha perso certezze, ha perso riferimenti sicuri, il massimo dell’affidabilità in campo e fuori. Arretra, non avanza.

16.02 "WORLD PLAYER": RONALDO IN LIZZA
La serata di gala di Montecarlo vivrà uno dei suoi momenti clou anche nell'annuncio del premio 'Uefa player of the year': in corsa Ronaldo, Luka Modric e Mohamed Salah. Ma saranno assegnati anche i riconoscimenti ai migliori giocatori, ruolo per ruolo. L'unico candidato è Gigi Buffon, che da questa stagione non difende più i pali della Juventus e proverà la scalata alla Champions che in bianconero gli è sfuggita difendendo i pali del Psg.

16.00 I PERICOLI DELLA JUVE
I bianconeri sono teste di serie, e potranno evitare tutte le big: Real e Atletico, Barcellona, Bayer, City, Psg. In prima fascia anche i russi del Lokomotiv Mosca. La squadra di Allegri non può proprio dormire sonni tranquilli perché in seconda fascia sono inserite due avversarie scomode come Manchester United e Tottenham.

15.55, 32 PARTECIPANTI, 4 ITALIANE
Le partecipanti sono 32, ai nastri di partenza quattro italiane, grazie alla riforma che consente l'accesso diretto alle migliori 4 dei maggiori campionati nazionali. A guidare la truppa tricolore, ovviamente, la Juventus, che nella rincorsa alla 'Coppa con le orecchie', ormai obiettivo numero uno, si presenta con un Cristiano Ronaldo in più. L'asso di Coppe che il Real Madrid campione in carica non potrà più calare nella caccia al quarto trionfo consecutivo.

Articoli correlati

 

Commenti

Dalla home

Vai alla home