Juventus, Marotta e Mendes contro l'Uefa: «Meritava Cristiano Ronaldo»

© Juventus FC via Getty Images

Allegri: «Gruppo impegnativo, avversarie di valore»

ROMA - "L'assenza di CR7? E' stata una decisione personale che vogliamo rispettare. Da parte nostra, c'è profonda amarezza per questa decisione": ai microfoni di Sky l'ad della Juventus, Giuseppe Marotta - spiega così l'assenza di Cristiano Ronaldo a Montecarlo. "Siccome il premio si riferisce alla Champions League e non al Mondiale, ritengo che CR7 abbia regalato grandi emozioni. Io avrei votato per Ronaldo. Il fatto che non sia venuto è una scelta personale che va rispettata e non è riconducibile alla decisione".

MENDES - Jorge Mendes non ci sta. Il potentissimo agente di Cristiano Ronaldo (e di molti altri protagonisti del calcio) ha definito "semplicemente ridicolo" il fatto che il premio Uefa di miglior giocatore della scorsa stagione sia stato attribuito a Modric e non al suo assistito. "Il calcio si gioca dentro le quattro linee del campo - si è sfogato Mendes, come riporta l'edizione online del quotidiano sportivo portoghese 'Record' - e lì Cristiano Ronaldo ha vinto. In Europa ha segnato 15 reti, trascinando il Real e portandolo alla conquista di un'altra Champions. E' una cosa semplicemente ridicola che non abbia vinto questo premio, e certo non basta avergli dato il premio di migliore nel suo ruolo".

ALLEGRI - Per Massimiliano Allegri il sorteggio di Montecarlo ha inserito la Juventus "in un gruppo impegnativo, con squadre di assoluto valore, grande tradizione e stadi storici: è questa la nuova @ChampionsLeague #ChampionsLeaguedraw !", twitta il tecnico bianconero dopo avere conosciuto le tre avversarie: Manchester United, Valencia e Young Boys.

Il calendario da conservare con tutte le partite dei gironi di Champions League in regalo con il Corriere dello Sport

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home