Under 19, Italia-Portogallo 3-1. In gol Riccardi

© PA

Il baby talento della Roma apre le danze. Poi Piccoli e Fagioli vanificano il momentaneo pareggio di Luis Filipe

TORINO - Allo stadio Comunale di Medicina 'E. Bambi', si conclude con una vittoria perentoria la seconda amichevole della Nazionale Under 19 contro il Portogallo. Dopo un primo tempo terminato con una rete per parte, gli Azzurrini nella ripresa non danno scampo ai portoghesi e dilagano vincendo 3-1. Tante le novità introdotte dal tecnico azzurro Federico Guidi che, come anticipato alla fine della prima amichevole persa di misura (1-0), rivoluziona la difesa facendo giocare sin dal primo minuto Gozzi Iweru al centro e tra i pali Alessandro Russo, due sotto età, vicecampioni europei con la Under 17 in Inghilterra lo scorso maggio e Antonio Candela, protagonista della finale europea giocata contro il Portogallo in Finlandia. A centrocampo entrano Mattia Viviani Fabrizio Caligara mentre in attacco, oltre ad Alessio Riccardi, posizionato a sinistra, fa il suo esordio in questa Nazionale l'ariete atalantino Roberto Piccoli, un 2001 che si toglie la soddisfazione di realizzare una rete. 

Il tecnico azzurro, nel corso della partita avvicenderà diversi giocatori (9 in tutto) per saggiare la potenzialità di questo gruppo che a ottobre, in Estonia, parteciperà alla prima fase di qualificazione agli Europei di categoria. Apre le marcature l'Italia con il gioiellino della Roma Alessio Riccardi che al 14' conquista palla sulla sinistra e, dopo essersi accentrato, sfodera un destro a giro che si infila sotto il sette dove non può arrivare l'estremo difensore portoghese, Tiago Silva. Gli Azzurrini insistono e si procurano tre occasioni per raddoppiare con Caligara, Gavioli Merola ma senza successo. Reagisce il Portogallo che al 34' pareggia grazie a uno scambio in area azzurra tra Joao Mario e Luis Filipe: splendida l'esecuzione di quest'ultimo che di tacco sorprende tra i pali Alessandro Russo. Nella ripresa l'Italia scende in campo determinata e dopo una fase interlocutoria di gioco, al 75' innesca l'azione della rete del sorpasso: Candela dalla sinistra crossa alto al centro dell'area portoghese, ci arriva di testa Piccoli che prima coglie il palo e poi sulla ribattuta, di destro, centra il bersaglio. 

Poco dopo, al 84' il centrocampista juventino Nicolò Fagioli viene atterrato in area, si occupa dell'esecuzione dagli undici metri e porta a tre le reti del vantaggio azzurro. Soddisfatto della prestazione dei suoi giocatori il tecnico Federico Guidi: «Un'ottima partita giocata con intensità e qualità dove ci sono stati molti progressi rispetto alla prima amichevole di tre giorni fa persa di misura durante la quale, nonostante il buon gioco, si erano evidenziate alcune lacune a cui abbiamo messo mano. Una vittoria meritata: i ragazzi oggi hanno messo in pratica i concetti di gioco proposti durante tutto il raduno e i risultati si sono visti». Con un occhio alle prossime qualificazioni europee, Guidi aggiunge: «L'ampia rotazione di oggi mi ha dato la possibilità di visionare tutti i giocatori a mia disposizione e le conferme che ho ricevuto, mi fanno ben sperare». (In collaborazione con Italpress)

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home