Ufficiale, Cristiano Ronaldo è della Juventus!

È arrivato il comunicato ufficiale del Real Madrid: il portoghese va a Torino per 100 milioni di euro più 12 di oneri accessori

TORINO – Ora è ufficiale, il trasferimento del secolo si è concretizzato. Dal sogno alla realtà, Cristiano Ronaldo è davvero un giocatore della Juventus. Lo hanno comunicato il Real Madrid prima e il club bianconero dopo sui propri siti:

«Il Real Madrid comunica che, accettando la volontà e la richiesta del giocatore Cristiano Ronaldo, ha accordato il suo trasferimento alla Juventus. Il club vuole esprimere tutta la sua gratitudine a un giocatore che ha dimostrato di essere il migliore al mondo e che ha segnato uno dei momenti più brillanti del nostro club e del calcio mondiale. Ma oltre ai titoli conquistati, ai trofei alzati e ai trionfi di questi nove anni, Cristiano Ronaldo è stato un esempio di lavoro, professionalità, talento e impegno. È diventato il massimo goleador della storia del Real con 451 gol in 438 partite. In totale 16 titoli, tra questi quattro Champions League, le ultime tre consecutive e quattro nelle ultime cinque stagioni. A livello individuale, con la maglia del Real ha vinto quattro Palloni d'Oro e tre Scarpe d'Oro. Per il Real Madrid Cristiano Ronaldo sarà sempre uno dei suoi grandi simboli e un punto di riferimento unico per le prossime generazioni. Il Real Madrid sarà sempre casa sua».

COMUNICATO JUVE - In una nota, la Juventus ha comunicato «di aver raggiunto l'accordo con la società Real Madrid Club De Futbol S.p.A. per l'acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Dos Santos Aveiro Cristiano Ronaldo a fronte di un corrispettivo di 100 milioni di euro, pagabili in due esercizi, oltre il contributo di solidarietà previsto dal regolamento Fifa e oneri accessori per 12 milioni».

IL SALUTO DI CR7 - Sul sito del Real Madrid è anche arrivata la lettera di CR7. «Questi anni al Real Madrid, e in questa città di Madrid, sono stati forse i più felici della mia vita. Provo solo sentimenti di enorme gratitudine per questo club, per questi tifosi e per questa città. Posso solo ringraziare tutti loro per l'amore e l'affetto che ho ricevuto. Tuttavia, credo che sia giunto il momento di aprire una nuova fase nella mia vita ed è per questo che ho chiesto al club di accettare la mia cessione. Mi sento così e chiedo a tutti, e specialmente ai nostri tifosi, di comprendermi. Sono stati 9 anni assolutamente meravigliosi. Sono stati 9 anni unici. È stato un periodo emozionante per me, pieno di soddisfazione ma anche duro perché il Real Madrid richiede grande esigenza, ma so bene che non dimenticherò mai di aver vissuto il calcio qui in un modo unico. Ho avuto in campo e nello spogliatoio compagni favolosi, ho sentito il calore di una folla incredibile e insieme abbiamo vinto 3 Champions consecutive e 4 Champions in 5 anni. E anche grazie a loro, a livello individuale, ho avuto la soddisfazione di aver vinto 4 Palloni d'oro e 3 Scarpe d'oro: tutto durante questa esperienza è stato immenso e straordinario. Il Real Madrid ha conquistato il mio cuore, e quello della mia famiglia, e per questo voglio dire grazie: grazie alla società, al presidente, ai dirigenti, ai miei compagni, agli allenatori, ai medici, ai fisioterapisti, e tutti quelli che hanno lavorato per far sì che tutto funzionasse e che hanno curato ogni dettaglio senza sosta. Grazie infinite ancora una volta ai nostri fan e grazie anche al calcio spagnolo. Durante questi 9 eccitanti anni ho avuto grandi giocatori di fronte a me. Il mio rispetto e il mio ringraziamento è tutto per loro. Ho riflettuto molto e so che è giunto il momento di un nuovo ciclo. Me ne vado, ma questa maglietta, questo simbolo e il Santiago Bernabéu continuerò a sentirli sempre miei dove sarò. Grazie a tutti e, naturalmente, come ho detto la prima volta nel nostro stadio 9 anni fa: Hala Madrid!»

BLITZ DI AGNELLI - Il trasferimento del secolo si è chiuso in Grecia, dove Cristiano Ronaldo si trova attualmente in vacanza. Il presidente Andrea Agnelli è arrivato in giornata per parlare direttamente con CR7 alla presenza di Jorge Mendes, il vero regista della maxi-operazione. Il portoghese sosterrà le visite mediche al J-Medical all'inizio della prossima settimana. Tutto vero, Cristiano Ronaldo sarà il nuovo idolo dell'Allianz Stadium.

Articoli correlati

 

Commenti

Dalla home

Vai alla home