Benevento-Milan 2-2, il portiere Brignoli rovina la prima di Gattuso al 95'

© ANSA

Primo storico punto della squadra campana, ai rossoneri non bastano le reti di Bonaventura e Kalinic.  A 15' dalla fine espulso Romagnoli

BENEVENTO - Clamoroso al Vigorito. Il portiere Alberto Brignoli firma un lembo luminosissimo della storia del Benevento segnando al 95' il gol del pareggio nella sfida contro il Milan. E' una doccia gelata per Gattuso che all'esordio sulla panchina rossonera concede il primo punto in Serie A alla squadra campana. L'epilogo è irreale ma suggella l'ottima prestazione dei ragazzi di De Zerbi che hanno meritato il punto.

Benevento-Milan 2-2, cronaca, statistiche e tabellino

JACK PROTAGONISTA - La nuova era rossonera parte con il 3-4-3: a centrocampo Montolivo affianca Kessie, davanti insieme a Suso e Bonaventura viene confermato Kalinic. De Zerbi sfodera due sorprese in avanti: c’è la coppia Puscas-Parigini insieme a D’Alessandro. Bonaventura è il grande protagonista dell’incipit del match: il numero 5 ci prova per 3 volte nello spazio di 11 minuti, senza però mai rendersi davvero pericoloso. 

PARIGINI, CHE ERRORE - L’occasione più nitida nel primo quarto d’ora sboccia da un erroraccio di Letizia: sul retropassaggio si avventa Kalinic che però tira sul piede di Brignoli che poi controlla facilmente anche il tiro di Suso. Al 21’ il primo squillo dei padroni di casa: sul cross dalla destra di Letizia, Puscas fa la sponda per Memushaj che non riesce a mixare potenza e precisione. Undici minuti dopo si apre un’altra voragine sulla corsia rossonera di sinistra: ne approfitta D’Alessandro che arriva sul fondo e illumina Parigini che di testa sbaglia un gol clamoroso.

VANTAGGIO OSPITE - Lo spavento desta il Milan che sblocca il match al 38’: tutto nasce da un’azione di potenza di Kessie che lotta sulla linea di fondo e mette in mezzo. Bonaventura colpisce di testa, Kalinic lo imita ma Brignoli para e sull’ulteriore respinta debole di Djimsiti, Jack con il tap-in trova lo spiraglio vincente. E’ il 2° gol stagionale per l’ex atalantino dopo quello segnato al Craiova il 3 agosto.

BOTTA E RISPOSTA - La replica del Benevento si materializza subito a inizio ripresa: sul tiro potente di Letizia, Donnarumma non riesce ad angolare la respinta e Puscas al 50’ può autografare il gol dell’1-1. Per il prodotto del vivaio dell’Inter è la prima gioia in Serie A. Il pareggio è effimero. Passano 7 minuti e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Bonaventura si ritrova la palla sui piedi dopo una respinta del portiere. Cross perfetto sul secondo palo dove Kalinic può colpire in perfetta solitudine interrompendo un silenzio offensivo che durava dal 25 ottobre. Per il croato si tratta della quarta rete in campionato.

L'ESPULSIONE - Il Benevento non molla e costruisce un’altra nitida palla gol al 70’: D’Alessandro può calciare senza opposizione dentro l’area ma recapita a Donnarumma un pallone facile da neutralizzare. Alla mezzora della ripresa il Milan rimane in 10: Romagnoli interviene in scivolata per fermare la corsa di Letizia e secondo l’arbitro Mariani c’è fallo con conseguente secondo giallo. 

BRIGNOLI SHOW - In inferiorità numerica il Milan soffre terribilmente: all’84’ un missile terra-aria di Coda non inquadra lo specchio della porta. Gattuso immette Zapata al posto di Suso e con la difesa a 5 vorrebbe anestetizzare gli ultimi sussulti del Benevento. Al 95’ però succede l’imponderabile: sull’ultima punizione battuta da Cataldi, il portiere Brignoli si butta in avanti e di testa realizza una rete meravigliosa che impietrisce i rossoneri e fa esplodere il Vigorito. Prima del giocatore scuola Juve, l'ultimo portiere a segnare in Serie A era stato Taibi in Reggina-Udinese del 1 aprile 2001. Dopo 14 sconfitte arriva il primo punto dei giallorossi al termine di un match in cui il cuore ha recitato un ruolo da protagonista per colmare l’evidente gap tecnico tra le due squadre.

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home