Inter, Spalletti: «Nainggolan come Diabolik. A qualcuno non piace, a noi sì»

© Inter via Getty Images

«Impossibile controllarlo, scappa da tutte le parti», scherza il tecnico. Poi serio: «Ronaldo alla Juve? Nessuno ci farà sentire inferiori»

MILANO - "Cristiano Ronaldo è un grandissimo campione. Ma nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso". Così il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti sul nuovo acquisto bianconero, che "darà forza e visibilità al campionato. Per personalità è uno dei più forti di sempre. C'è grande entusiasmo, si respira aria di grande calcio e questo può far bene al nostro movimento. Ma non c'è nessuno che ci può far sentire inferiori senza il nostro consenso" nella prima conferenza della stagione ad Appiano Gentile.

SCUDETTO - ''Se l'Inter può lottare per lo scudetto? Il nostro obiettivo è stare nella scia delle più forti, non vedo perché non dovremmo far bene''. Il tecnico dell'Inter fissa l'obiettivo per la stagione 2018/19 dei nerazzurri. ''Vedo una squadra con grande potenzialità in tutti i reparti, l'importante sarà rimanere nella scia delle migliori squadre in tutte le competizioni - prosegue Spalletti nella prima conferenza stampa stagionale ad Appiano Gentile -. Faremo una squadra con 20 calciatori forti per poterli cambiare e vincere le partite''. 

IL CONTRATTO  ''State tranquilli, il rinnovo di contratto si fa. Non c'è alcun problema, io qui mi trovo bene''. Luciano Spalletti commenta così le voci sul rinnovo del contratto con il club nerazzurro, accordo in scadenza il 30 giugno 2019. ''Il contratto lo facciamo in cinque minuti, anzi è come se l'avessi già firmato. I rapporti sono ottimi e non c'è bisogno nemmeno di avvocati o procuratori - prosegue Spalletti durante la conferenza stampa ad Appiano -, come è successo per il primo accordo''. ''È stato il contratto più facile mai firmato - ammette il dg dell'Inter Giovanni Gardini, presente alla Pinetina -, ha accolto me e il ds Ausilio da solo, senza agenti o avvocati. È stato tutto molto semplice, con reciproca soddisfazione''.

NAINGGOLAN - "Nainggolan è facile descriverlo, è come lo vedete, trasparentissimo. E' uno che quando lo guardi non corri il rischio di essere ingannato, ti descrive perfettamente quello che è, e paga le pene di essere uno che vive senza 'cover', si dà per quello che è. A qualcuno questo non piace, a noi si'. Radja è come Diabolik, è impossibile controllarlo, scappa da tutte le parti...- scherza il tecnico nerazzurro in conferenza stampa -. Mi sembra che Nainggolan abbia fatto bene ovunque, è fatto di una pasta buona. Sono convinto che lui abbia voglia di far vedere agli interisti quello che è il marchio Nainggolan".  

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home