Gabigol: «Non so cosa non abbia funzionato all'Inter»

© Inter via Getty Images

L'ex attaccante nerazzurro: «In Brasile sono diventato molto maturo. I tifosi dell'Inter mi piacevano molto e anche i compagni sono sempre stati gentili con me» 

RIO DE JANEIRO - "Sono diventato molto maturo, ho vissuto in altri Paesi e ho affrontato esperienze che qui in Brasile non avrei mai affrontato. Ho finito per imparare diversi modi di giocare, ho imparato una nuova lingua e ho vissuto con calciatori di altre nazionalità. E ho anche assimilato metodi di allenamento di nuovi allenatori". A dirlo Gabriel Barbosa, in arte Gabigol, che al quotidiano brasiliano "A Tribuna" ha parlato delle sue esperienze in Europa, all'Inter e al Benfica. "I tifosi dell'Inter mi piacevano molto, e anche i compagni sono sempre stati molto gentili con me - racconta l'attaccante, attualmente in prestito al Santos dal club nerazzurro, come riporta 'fcinternews' -. Quando andavo fuori, la gente mi parlava sempre. E anche oggi sui social vedo commenti di gente che mi dice che vorrebbe tornassi. Cosa non ha funzionato? Difficile dirlo, forse in quel momento la squadra aveva bisogno di qualcosa di diverso da quello che potevo dare. Ho giocato pochissimo e ho fatto solo un gol". 

L'accordo col Santos scadrà a dicembre, ma c'è l'opzione per un altro anno: "Restare qui? Manca ancora tempo. Voglio sfruttare al meglio questo periodo, allenandomi e giocando col Santos - spiega -. Ne parlerò a fine anno coi miei agenti, la mia famiglia e il club. Rimpianti per come è andata l'Inter? No. Sono cose che succedono nel calcio, come è successo a me succede anche a tantissimi altri. Ho tre anni di contratto con l'Inter, vediamo cosa succede". 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home