Roma, Cristante: «Occhio a Gomez. Dobbiamo lottare per il vertice»

Il centrocampista affronta l'Atalanta che in estate ha lasciato dopo 1 anno e mezzo: «Ritrovo degli amici»

ROMA - Di fronte la sua ex squadra, sugli spalti i suoi nuovi tifosi. Quella di lunedì sarà una serata speciale per Bryan Cristante atteso al debutto all'Olimpico con la Roma proprio contro l'Atalanta. "Sarà una gara diversa dalle altre, incontrerò i compagni coi quali ho giocato per due anni. Ritrovo degli amici, insieme abbiamo giocato ottimi campionati, siamo stati impegnati in Europa. È stata un'ottima esperienza, soprattutto a livello calcistico mi sono tolto tante soddisfazioni, e molto devo anche a Gasperini" confessa il centrocampista, che però adesso indossa la maglia giallorossa e non vuole fare sconti a nessuno: "La Roma può fare un grande campionato, può e deve lottare per le prime posizioni. Dobbiamo solo pensare a continuare nel lavoro come stiamo facendo in questo periodo, giocare come abbiamo fatto domenica, mettendo tutto in campo. Se continuiamo su questa strada sicuramente potremmo toglierci delle belle soddisfazioni". Insomma, dopo la vittoria col Torino serve adesso la conferma con l'Atalanta.

BUONE SENSAZIONI - "Siamo riusciti a vincere la prima partita ufficiale, la prima di campionato, ed è sempre importante. È bello partire col piede giusto" spiega Cristante che potrebbe giocare titolare dopo l'ingresso in campo nella ripresa col Torino: "Le sensazioni sono state buone. Sono entrato nel secondo tempo e sono riuscito a dare il mio contributo. Siamo andati in gol nel finale, ma si è già visto che la squadra sta un po' alla volta prendendo un'identità e stiamo imparando a giocare insieme". Di certo davanti ci sarà un avversario con qualcosa in più a livello atletico. "Hanno un bel po' di partite sulle gambe, hanno già il ritmo gara. Hanno avuto il tempo di provare dei movimenti e di trovare quella affinità che si acquisisce mano a mano, giocando. Loro, avendo giocato qualche partita in più, sicuramente qualche vantaggio lo hanno - sottolinea l'ex di turno al match program giallorosso -. Il giocatore da tenere più sott'occhio è sicuramente Gomez. Lì davanti se sta bene può mettere in difficolta chiunque, certamente può fare la differenza". Differenza che Cristante spera farà anche il pubblico della Roma: "Non vedo l'ora di scoprire l'affetto dell'Olimpico. L'ho sempre vissuto da avversario e non vedo l'ora di assaporarmi i tifosi".

Articoli correlati

 

Commenti

Dalla home

Vai alla home