F1 Haas, Steiner: «Se non riescono a batterti in pista, cercano di farlo in tribunale»

© Getty Images

Il team principal del team americano ha ancora il dente avvelenato con la Renault dopo la squalifica di Grosjean

ROMA - È passata una settimana dal GP di Monza ma la rabbia per la squalifica di Grosjean e per come è avvenuta in casa Haas non è ancora sbollita. La conferma arriva dal team principal della scuderia americana Guenther Steiner che a Crash.net afferma: «Non me lo sarei mai aspettato, ma a volte la gente reagisce in questo modo. Se non riescono a batterti in pista, cercano di batterti in tribunale. Questo è ciò che sembra essere accaduto. Devi lavorare duro per essere invidiato. Preferiremmo lavorare duro per questo e combattere ancora di più».

MOTIVAZIONI Il manager altoatesino ha proseguito la sua analisi: «Il comportamento della Renault? È stata la cosa giusta da fare? Lascerò che siano gli altri a determinarlo. Orami è successo, e non dobbiamo più pensare al passato. È tutto ormai alle spalle e ci motiva ancora di più. Cercheremo di fare ancora un buon lavoro. Tutti nella squadra stanno dando il massimo, lottando per il quarto posto. Sono motivati. Non devo dire nulla per motivarli, hanno già questo spirito in loro».

CLASSIFICA

CALENDARIO

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home