Roma by Day - La Capitale da scoprire

Dal Carcere Mamertino a Villa Torlonia, dall'Antica Farmacia a Monte Mario tantissimi luoghi da scoprire e ammirare all'interno della città 

Roma regala sempre nuovi luoghi da visitare, da scoprire e ammirare. Anche i più esperti potranno rimanere sorpresi dalle meraviglie che la Città Eterna può regalare quotidianamente. Tra esse cinque proposte che potranno soddisfare la curiosità di tutti.

Villa Torlonia. Celati tra le fronde di Villa Torlonia emergono tre importanti edifici: la Casina delle Civette, il Casino Nobile e il Casino dei Principi. La prima, dimora del principe Giovanni Torlonia junior, è il risultato di una serie di trasformazioni apportate alla ottocentesca Capanna Svizzera, in origine luogo di evasione rispetto all’ufficialità della residenza principale, il Casino Nobile. Qui vi abitò Mussolini e all’ultimo piano è stato aperto al pubblico nel 2006 il Museo, le cui opere opere offrono uno sguardo d’insieme sulla ricerca figurativa a Roma nel Novecento. E il Casino dei Principi? Oggi ospita l’Archivio, che nei suoi 23 anni di vita ha raccolto 10.000 tra cataloghi, libri e monografie, riviste e pubblicazioni specializzate dell’epoca, carteggi, diari e autografi.

Carcere Mamertino. Per gli amanti dei luoghi che hanno fatto la storia, all’interno del Foro Romano si nasconde un monumento ai più sconosciuto: il Carcere Mamertino, anche detto il Tullianum, il carcere più antico della Capitale. Un vero e proprio simbolo dei prigionieri illustri nel periodo romano, non a caso si trova in un’area centralissima, a ridosso della Via Sacra. Per circa mille anni è stato popolato dai grandi nemici del popolo e dello stato, i grandi vinti e i grandi traditori di Roma: dal re dei Sanniti Ponzio al re dei Galli Vercingetorige, dall’apostolo Pietro ai congiurati di Catilina. Il complesso, visitabile, si trova oggi sotto alla chiesa di San Giuseppe dei Falegnami.

L’Antica Farmacia. È la più antica Farmacia di Trastevere, conosciuta anche come Spezieria di Santa Maria della Scala. Si trova al primo piano del convento dei Carmelitani Scalzi ed è un piccolo gioiello che conserva il laboratorio galenico e il frantoio originari, insieme alle maioliche colorate, i vasi, le bilance, gli alambicchi di distillazione e i mortai, mentre sono del Settecento l’arredamento, le scaffalature, le vetrine e il bancone. Originariamente istituita per le necessità dei frati che coltivavano nell’orto le piante medicinali, alla fine del Seicento fu aperta a tutti e divenne famosissima. Un vero passo nel passato alla scoperta della Roma di una volta.

Cavalcando in città. Una giornata alternativa all’aria aperta? Non c’è attività più divertente di una bella passeggiata a cavallo, a stretto contatto con la natura. Una soluzione che ben si adatta a diverse situazioni: è l’ideale sia che si ricerchi solitudine e meditazione, sia che si abbia voglia di condividere un momento romantico con il partner e può diventare una splendida avventura da intraprendere insieme ai bambini, da sempre affascinati dal mondo animale. Numerosi sono i maneggi e i centri d’equitazione che organizzano passeggiate in sella a cavalli e pony, anche per principianti. Qualche esempio? Il Circolo Ippico Acquasanta, Roma River Ranch o Carrozze e Carezze, che organizza anche visite guidate alla minifattoria degli animali.

Monte Mario. Monte Mario con i suoi 139 metri d’altezza è il rilievo più imponente dei Monti della Farnesina e rappresenta un vero mosaico di diversità biologica. È possibile prenotare itinerari con guide per andare alla scoperta di questa meravigliosa oasi verde. Ad un’ampia presenza della vegetazione mediterranea nelle zone più basse si contrappone quella tipica di condizioni submontane nelle aree più alte. Tra la fauna presente si trovano roditori, come il moscardino, e uccelli, come il cardellino o il codibugnolo. L’area costituisce un bene di inestimabile valore culturale ed ambientale, del quale fanno parte ville storiche come Villa Mazzanti e Villa Mellini.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home