Moto2, Thailanda: doppietta Sky Racing Team VR46, il duo Bagnaia-Marini trionfa

© Getty Images

Il team ha centrato la prima doppietta della sua storia e il terzo doppio podio del 2018

BURIRAM – Con la settima vittoria della stagione - conquistata in sella alle speciali carene dedicate alla campagna europea per la salvaguardia dei mari “Sky, Un mare da Salvare” - Francesco Bagnaia diventa, in Thailandia, uno dei piloti italiani più vincenti della classe intermedia e aumenta il vantaggio in classifica su Oliveira a 28 punti con 4 gare ancora da correre. Festa completata dal secondo posto di Luca Marini, al quarto podio stagionale, che regala allo Sky Racing Team VR46 la prima doppietta della sua storia e il terzo doppio podio del 2018. Il team festeggia la doppietta, al termine di un weekend da non dimenticare. «Un weekend praticamente perfetto - ha evidenziato il team manager Pablo Nieto - I nostri piloti nelle prime due posizioni, un altro importantissimo risultato di Pecco e un gran gioco di squadra che ci permette di aumentare il vantaggio in classifica su Oliveira. Non è stata una domenica facile, ma i nostri ragazzi hanno lavorato sodo, non hanno lasciato nulla al caso e hanno gestito gara e gomme perfettamente, soprattutto nel finale con queste altissime temperature. Bravissimi loro e tutti i tecnici. Dobbiamo continuare cosi, tenere duro e prepararci al meglio per queste tre gare che ci aspettano tra Asia e Australia».

GIOIA BAGNAIA - «Sono davvero contento: sapevo che nei primi giri, con gomma nuova, avrei fatto un po’ fatica, ma sono rimasto tranquillo e ho cercato di rimanere costante. - ha raccontato Bagnaia - In questo tipo di condizioni, con alte temperature, riesco ad essere ancora più competitivo, soprattutto con gomme usate, così è cresciuto il gap sui miei inseguitori. Miguel era davvero forte qui e io scattavo dalla seconda fila, ma potevo fare bene perché dopo i primi 8/10 giri sapevo di poter iniziare ad imporre il mio passo. Speravo di arrivare alla tripletta con 25 punti da gestire, invece Luca (Marini, ndr) mi ha fatto un gran regalo oggi, superando Miguel proprio all’ultimo giro e partirò per il Giappone con 28 lunghezze di vantaggio».

MARINI SECONDO - «Una gara davvero difficile e un gran finale. - ha commentato Marini -  La temperatura ci ha messo alla prova, ma ho gestito davvero bene le gomme per non scaldarle troppo e poter sfruttare gli ultimi giri nel migliore dei modi. In avvio ho perso qualche posizione, ma ho cercato di essere intelligente e non perdere le staffe. È stata una gran giornata per tutto il Team: congratulazioni a Pecco e Dennis. Dobbiamo continuare così, cercando di aiutare il più possibile Pecco per la vittoria del Mondiale».

LA CLASSIFICA DI MOTO2

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home