MotoGp, Pirro: «Potrei sostituire Rabat, ma è Ducati che decide»

© LAPRESSE

Il collaudatore della Rossa si è dichiarato disponibile per guidare la moto del Team Avintia, ma a Misano sarà in pista come wild card

ROMA – Dopo il grave infortunio di Silverstone, Tito Rabat salterà sicuramente la gara di Misano, ma probabilmente anche altre. Si sono fatti diversi nomi per sostituire il pilota catalano in sella alla Ducati Avintia. Dal connazionale Barbera, che però è impegnato nel Mondiale Supersport, all'italiano Michele Pirro, collaudatore della casa di Borgo Panigale e quindi particolarmente adatto a prenderne il posto. Lo stesso pilota italiano è prudente riguardo questa possibilità. Al sito della MotoGp ha detto: «La gara di Misano sarà con la mia moto. Per il futuro si vedrà strada facendo ma ho capito che Tito vorrebbe tornare il prima possibile. Io resto concentrato su Misano, per cercare di fare il miglior risultato possibile. Ed è sempre Ducati alla fine che decide».

POSSIBILITÀ Pirro non esclude la possibilità di sostituire Rabat, nel caso la Ducati glielo chiedesse: «Non mi dispiacerebbe, anzi. Se ci fosse la possibilità, volendo sempre il più veloce ritorno di Tito, sarebbe molto bello. Quella è anche lo moto dell’anno scorso che io conosco benissimo. Ha anche un buon potenziale. Mi potrei divertire, sono pronto. Come detto, però, l’ultima decisione spetta a Ducati, è la Casa che parla direttamente con il Team Avintia».  

CLASSIFICA

CALENDARIO

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home