Lamborghini, un 2017 miliardario verso nuovi record

Il marchio bolognese supera per la prima volta il miliardo di fatturato, trainato dalla Huracàn che raggiunge quota 10 mila unità vendute

ROMA – Sembra passato un secolo dal 2009. Quando anche Lamborghini ricorreva alla cassa integrazione per far fronte alla crisi economica globale. Il Toro è più forte che mai e dopo l'ampliamento della sede e le assunzioni per fronteggiare la produzione del nuovo Urus, la casa di Sant'Agata annuncia di aver superato per la prima volta il miliardo di fatturato.

Passato dai 906 milioni del 2016 ai 1.009 milioni dello scorso anno. Conseguenza di  un incremento delle vendite, aumentate del 10% rispetto all’anno precedente, passando da 3.457 a 3.815 unità consegnate in tutto il mondo. L’incremento segna una crescita per il settimo anno consecutivo, con numeri quasi triplicati rispetto ai livelli del 2010 (1.302 unità). Il merito è anche della Huracàn, che in quattro anni di vita ha recentemente raggiunto le 10 mila unità vendute.

Il presidente Stefano Domenicali commenta: “Lamborghini ha segnato un altro anno record e abbiamo superato ancora una volta i nostri obiettivi finanziari. Questo risultato è stato raggiunto affrontando una doppia sfida senza precedenti: preparare nuovi modelli della nostra gamma di supersportive e raddoppiare al contempo la capacità produttiva del sito di Sant'Agata Bolognese, in previsione di una svolta radicale nel nostro portfolio prodotti. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il nostro team eccellente, a cui spetta tutto il merito”.

Ma gli obiettivi fissati sono ancora più alti e l'ambizione è di arrivare a quota 7 mila unità entro la fine del decennio. Grazie a Urus ma anche alle nuove Huracàn Performante e Aventador S nelle declinazioni coupé e roadster.

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home