Il Safety Sense di Toyota

La sicurezza è ora di serie sulle nuove Toyota, analizziamo il sistema che permette di evitare incidenti "guardando" ciò che ci circonda

La democratizzazione delle tecnologie relative alla sicurezza in casa Toyota è nata nel 2015. Sembra ieri, in realtà con la velocità di evoluzione dell’innovazione tecnologica in campo automobilistico, in proiezione alla guida autonoma, questo triennio sembra più di un… decennio. Dal 2015 suddetto ben più di 8 milioni di veicoli del brand giapponese sono stati equipaggiati con il Toyota Safety Sense: questa rivoluzione tecnologica ha prodotto una sensibile riduzione degli incidenti, per un calo di circa il 50% dei tamponamenti (dato emerso da una ricerca effettuata in Giappone), percentuale che raggiunge quasi il 90% se il pacchetto viene coniugato al sistema Intelligent Clearance Sonar (ICS).

Oggi il Toyota Safety Sense è standard su tutta la gamma in commercio e racchiude un progetto in continuo sviluppo sul percorso verso una mobilità sostenibile e sicura che abbraccia tutti gli aspetti riferiti alla guida (automobilisti, vetture e l’ambiente stradale nel suo insieme), studiando e imparando dalle principali cause degli incidenti per poi tradurre le conoscenze acquisite in un know-how da impiegare nello sviluppo delle automobili.

LA NUOVA GENERAZIONE DEL SAFETY SENSE

E per avvicinarsi all’obiettivo di un “ambiente del traffico con zero incidenti”, Toyota ha già lanciato la seconda generazione del pacchetto Toyota Safety Sense, le tecnologie per la sicurezza attiva che prevede una telecamera a lente singola e un radar a onde millimetriche.

Tra le nuove funzioni, il sistema Pre-Collisione PCS aggiunge la capacità di individuare i pedoni, di giorno e di notte, e prevedere possibili collisioni con i ciclisti (nelle ore diurne) a velocità comprese tra i 10  e gli 80 km/h. Il sistema predispone il pilota alla frenata fino a intervenire automaticamente.

Altra innovazione è la collaborazione tra il Dynamic Radar Cruise Control e la funzione di Riconoscimento della Segnaletica Stradale RSA, che consente di reimpostare la velocità della vettura adeguandola al nuovo limite rilevato dai comandi sul volante. Inoltre una funzione avanzata del Sistema al Mantenimento Corsia (LTA) legato alle nuove tecnologie di guida automatizzata sviluppate da Toyota: rileva le linee della corsia di marcia, assiste nel controllo della sterzata (con velocità superiore ai 50 km/h) e riduce il rischio di incidenti e la stanchezza del conducente in lunghi spostamenti. Il sistema di Avviso Superamento Corsia LDA è stato affinato e riconosce i margini della carreggiata anche con segnaletica irriconoscibile. Se il rilevamento della segnaletica diventa impossibile, il sistema inizia immediatamente a seguire la traiettoria del veicolo antecedente grazie agli input provenienti dal radar e dalla telecamera anteriore.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home