Aston Martin Valkyrie, ecco la Hypercar da oltre 1.130 Cv

Una esperienza di guida definitiva. I prezzi partono da 2,8 milioni di euro: potenza straordinaria destinata ad una vettura incredibilmente leggera, capace di rivaleggiare in pista con una F1

La quotazione in borsa non è che la conseguenza di una sfida ben più grande. Fresca di debutto sul listini azionari di Londra, Aston Martin tenta l'assalto al tempio delle icone sportive, con l'intenzione di insidiare Ferrari e McLaren. Non di auto di serie stiamo parlando, forzando comunque il concetto verso vetture super esclusive, ma di icone da mettere in discussione. Emozioni a quattro ruote inevitabilmente a tiratura limitatissima ma che lanciano un messaggio per il solo fatto di esistere ed essere prese a parametro. McLaren Senna è la ipersportiva più vicina possibile alle competizioni. Aston Martin come noto punta oltre e finalmente dopo mesi di attesa distribuisce le prime immagini del suo Progetto Valkyrie, la provocazione finale, una vettura a ruote coperte capace di ripetere gli stessi tempi in pista di una monoposto di Formula 1.

La mano è quella di Adrian Newey, genio assoluto dell'aerodinamica della massima formula e vincitore di campionati mondiali con Williams, McLaren e Red Bull. Proprio con il team austriaco Aston Martin ha realizzato una vera osmosi tecnica che promette di smontare i paragoni.

Valkyrie mantiene una filosofia costruttiva che non si scosta di un millimetro da quella della Formula 1, con un utilizzo quasi esclusivo di fibra di carbonio, il materiale con il quale sarà realizzata la vasca dell'abitacolo, in cui sono ricavati direttamente i sedili. Aston Martin lascia intravedere degli interni dominato dal volante multifunzione che sostituirà del tutto la strumentazione, rivestimenti minimali in Alcantara e poi display laterali che visualizzeranno le immagini delle due videocamere laterali destinate a sostituire gli specchietti retrovisori.

Una esperienza di guida definitiva, questo promette Aston Martin, al via con i collaudi della Valkyrie entro fine anno per avviare la produzione nel 2019: 150 esemplari omologati per circolare su strada e altri 25 destinati ad utilizzo esclusivamente in pista, tutti già abbondantemente opzionati ad un prezzo a partire da 2,8 milioni di euro ciascuno. Per motivi che però vanno ben oltre il semplice collezionismo d'autore. Valkyrie sarà equipaggiata con un motore V12 aspirato da 6.5 litri di cilindrata in grado di garantire una potenza stimata di oltre 1.130 Cv, ma destinata ad una vettura che peserà poco più di una utilitaria, ovvero 1.030 kg.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home