Nuova Audi SQ5 TDI: il super Diesel elettrico

Audi raddoppia e accanto a SQ5 turbo benzina, dalla prossima estate, metterà a disposizione anche una versione Diesel. E con i 347 cavalli si acellera da 0a 100km/ in 5"1

Audi SQ5 raddoppia e, dopo aver lanciato la proposta turbo benzina 3 litri, sei cilindri dai grandi numeri e prestazioni, rilancia con SQ5 TDI. Che 3 litri e V6 lo è comunque, ma segue un’alimentazione diversa. Il Diesel regala consumi inferiori, una vagonata di newtonmetro in più e accelera un po’ più rapidamente dei 5”4 staccati da SQ5 con i suoi 353 cavalli, potenza assoluta dalla quale resta distante un'incollatura appena, con i suoi 347 cavalli.

Sarà ordinabile dalla prossima estate, in Italia. Arriva con soluzioni tecniche d’avanguardia, un sei cilindri sovralimentato con turbocompressore a geometria variabile e un compressore ad azionamento elettrico. Non è l’unico elemento “elettrificato”, visto il sistema mild-hybrid a 48 volt, realizzato con l’alternatore-motorino d’avviamento a cinghia, in grado di recuperare fino a 12 kW nelle fasi di rallentamento e rilascio del gas.

Energia stoccata in una batteria da 10 Ah, energia che serve per estendere le fasi di coasting (tra 55 e 160 km/h), fino a 40”, nonché rendere possibile lo spegnimento del motore già a 22 km/h nei frangenti di impiego dello start&stop. Interventi che aiutano a limitare i consumi, fino a un risparmio di 0,7 litri ogni 100 km. Primo volto dell’elettrificazione.

Il secondo è nel compressore elettrico, che in 3 decimi è in grado di attivare la girante del turbo fino a 65.000 giri/min, regime equivalente a una pressione di sovralimentazione di 1,4 bar. Istantanea, al di sotto dei 1.650 giri/min, regime di rotazione del motore sotto il quale opera la componente elettrica, per sostituirsi al turbocompressore a gas di scarico, che non avrebbero la “forza” sufficiente per innescare così in fretta il turbo e generare la sovralimentazione corposa.

Nuova Audi Q5, primo contatto

Il turbo elettrico è installato a valle dell’intercooler e sviluppa un’elevatissima coppia motrice sin dai bassi regimi. Il valore massimo di 700 Nm è ottenuto a 2.500 giri/min e fino ai 3.100 giri/min, 200 Nm più di SQ5 benzina.

Coppia scaricata sulle quattro ruote, con una ripartizione 40:60 in condizioni di aderenza ottimali e una variabilità che può arrivare a trasmettere fino al 70% all’anteriore e fino all’85% al posteriore, dove si potrà richiedere l’optional del differenziale sportivo. Altro optional, lo sterzo a demoltiplicazione variabile.

Audi SQ5 TDI accelera in 5”1 da 0 a 100 km/h e corre fino ai 250 km/h autolimitati, mentre i consumi sono dichiarati in 6,8 litri/100 km. Il cambio è l’automatico Tiptronic 8 marce, le sospensioni adottano, di serie, il controllo elettronico attivo e riducono l’altezza da terra del suv di 30 millimetri; a richiesta sarà possibile avere sospensioni di tipo pneumatico. 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home