Lexus UX: la prima prova del SUV ibrido

Il crossover compatto e lussuoso, da 184 cavalli di potenza di sistema, punta in alto con la qualità della sua tecnologia full hybrid 

Il mare magnum dei SUV compatti è la palestra più affollata. Tutti i Costruttori sono in competizione: i numeri in aumento costante della categoria sono la logica motivazione. E a quote alte, la sfida è ancora più serrata.

Lexus entra nella mischia con UX, crossover di lusso a ruote alte. In 4,5 metri concentra qualità, tecnologia e un design muscoloso e spigoloso. Caratteristiche che non lo faranno passare inosservato e puntano molto in alto: verso il raddoppio dei volumi del marchio in Italia. Un modello cruciale, senza dubbio.

Sul piatto giocano anche gli assi classici: il full hybrid di quarta generazione, le proverbiali doti di affidabilità. Lexus e Toyota in USA stracciano tutti nelle severissime classifiche dell’americana J.D. Power.

Sostanza e audacia ci sono, basteranno? Il design esibisce, come dettagli distintivi, gli aguzzi fari posteriori che richiamano gli spoiler delle coupé. Nell’abitacolo i controlli della climatizzazione (sulla top di gamma Luxury) sono dello spessore di soli 3 millimetri con illuminazione a led.

Di serie su tutta la gamma il Lexus Safety Sistem+, di fatto l’assistenza alla guida di livello 2. Gli allestimenti sono Executive, Business, Premium, F Sport, che dispone delle sofisticate Adaptive Variable Suspension, e Luxury. In prezzi partono da 37.900 euro (33.900 con permuta o rottamazione) ai quali si possono aggiungere 2.000 euro per avere la trazione 4x4.

UX, promettendo una guidabilità fuori dal coro, ha il baricentro più basso della categoria: è alta 16 centimetri da terra. Ciò grazie alla poliedricità della piattaforma modulare: la (TN)GA-C è quella più recente del gruppo.

Il contesto è completato dal powertrain composto dal 2 litri a benzina da 152 cavalli e dal motore cv (due nel caso di della 4WD). La potenza di sistema è di 184 cavalli. L’accelerazione dichiarata da 0 a 100 km/h è di 8,5 secondi, con emissioni di CO2 di 97 g/km nel ciclo NEDC e 126 nel ciclo WLTP per la trazione anteriore. Numeri non certo banali.

Meno speciali l’abitabilità e il bagagliaio, che parte da 283 litri per la versione a trazione integrale da 320 per l’anteriore.

Su strada UX riscatta alla grande le sue lacune (non certo clamorose) offrendo un comfort da prima della classe. Per silenziosità e marcia. Vera premium, risulta molto piacevole.

Non seduta, anche se il cambio CVT e lo sterzo sono perfetti per le “crociere” e il traffico urbano e non per briosi cambi di passo.

L’assetto è indovinato, si entra subito in confidenza. E l’ibrido fa il suo dovere. In un percorso misto nelle zone urbane ed extraurbane nei pressi di Barcellona abbiamo tenuto una media di oltre 16 km/litro. Largamente migliorabile con una volta presa più confidenza con UX.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home