BMW, con 3 ibride a Ginevra

Al Salone di Ginevra la BMW porta 3 ibride: dalla Serie 3 a Serie 7, passando per X5. Tutte ibride plug-in con sistema di seconda generazione 

X5, Serie 3 e Serie 7, in rigoroso ordine d’apparizione. Tutte, con una variante ibrida plug-in. BMW, al Salone di Ginevra, schiera tre punte elettrificate dalla seconda generazione del sistema ibrido plug-in, prima mondiale in pubblico per la Serie 7 restyling, spinta da un sistema composto da motore termico sei cilindri benzina 3 litri e unità elettrica per una potenza complessiva di 394 cavalli.

È la formula alla quale ricorre anche BMW X5 xDrive45e, sul mercato dal prossimo agosto, dalla sua con una batteria in grado di estendere l’autonomia di marcia a zero emissioni fino a 80 km.

Si ferma, invece, a 58 km la percorrenza elettrica dell’ammiraglia, nella configurazione più efficiente tra le varie offerte, per mix di passo standard e lungo. Diversa, invece, l’interpretazione dell’ibrido plug-in realizzata su nuova BMW Serie 3. A Ginevra sarà 330e a presentare l’accoppiata tra motore termico 2 litri turbo benzina e unità elettrica per 252 cavalli di sistema.

Una soluzione in grado di coprire 60 km in modalità elettrica e realizzare uno scatto in accelerazione, da 0 a 100 orari, in 6 secondi netti: 4 decimi più “lenta” di X5 ibrida e 9 decimi se confrontata con Serie 7.

BMW Serie 7 restyling, ibrido ad alta tensione

Il focus tutto ibrido in ottica Ginevra sarà affiancato dalla one-off Serie 8 Night Sky, personalizzata con veri frammenti, detriti di meteorite, applicate all’interno e su alcuni componenti esterni. 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home