Mens sana in corpore sano: tutti i benefici dello sport

Un alleato non soltanto per il corpo, ma anche per l'umore, la concentrazione, l'attenzione. L'attività fisica è fondamentale per il benessere e per la salute

Tutti sanno, o hanno capito per esperienza diretta, quanto muoversi e dedicarsi allo sport faccia bene non solo al controllo del peso o alla tonificazione dei muscoli, ma anche all’umore, alla concentrazione e alla gestione dello stress. Si ha da subito la percezione che l’attività fisica sia in grado di allontanare preoccupazioni e malesseri, aiutandoci a focalizzare l’obiettivo e dandoci la spinta per perseguirlo.

Lo scorso ottobre, durante uno degli eventi di divulgazione scientifica più importanti dell'anno in Italia, BergamoScienza, anche AISM ha portato la sua testimonianza sostenendo la conferenza Fare sport allena il cervello? Nel corso dell’intervento della scienziata di fama internazionale Wendy Suzuki – Professoressa di Scienze Neurali e Psicologia alla New York University – si è parlato di quei fenomeni biologici che sottendono uno dei proverbi più antichi al mondo: Mens sana in corpore sano.

Non c’è alcun dubbio che l’attività aerobica sia in grado di produrre effetti positivi immediati e a lungo termine su umore, memoria e attenzione. È chiaro, quindi, che l’attività fisica riflette i suoi benefici anche su alcuni aspetti della sclerosi multipla. La professoressa Suzuki, che è anche autrice del libro Happy Brain, cervello felice, continua oggi ad approfondire i suoi studi sugli effetti dell’esercizio aerobico sulla funzionalità cerebrale e ha ricevuto importanti riconoscimenti per le sue attività di ricerca. In particolare, quello che riguarda la neuroriablitazione e il suo impatto sul sistema nervoso centrale è un filone molto importante per la SM, come dimostrano le ricerche portate avanti tra i Programmi speciali sostenuti da AISM e dalla sua Fondazione.

Articoli correlati

Hot Video

Tutti i video

Commenti

Dalla home

Vai alla home