Serie A Fiorentina, l'Europa come vita e destino

© ANSA

Stretto un patto tra società, squadra e allenatore: nelle prossime sei gare il primo strappo

FIRENZE - Nessuno se lo nasconde: raggiungere l’Europa per la divertente, sfacciata, coraggiosa ma giovanissima Fiorentina di Stefano Pioli sarà difficilissimo. Chiesa, Simeone, Veretout e compagni la vorrebbero regalare alla memoria di Astori, del loro capitano. Il patto tra società, giocatori e tecnico è nato durante la scorsa drammatica stagione, l'obiettivo è quello di riportare la Fiorentina dove merita di stare, e difarlo per Davide. Per riuscirci, tutti (anche quelli inseguiti da proposte economiche e tecniche indecenti), hanno resistito e sono restati a Firenze. Le prossime sei gare saranno subito decisive per le ambizioni europee viola: esclusa la Spal, le gare contro Napoli, Sampdoria, Inter, Atalanta e Lazio si preannunciano molto complicate. 

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE DIGITALE

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home