Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Roma, allo Stadio dei Marmi il successo è “Global”

Vai alla versione integrale
Cala il sipario sul Longines Global Champions Tour: la Formula 1 dell’equitazione chiude nel segno dei record con un’edizione senza precedenti

ROMA – Con la vittoria del belga Niels Bruynseels nel ‘Piccolo Gran Premio’ e il tradizionale Carosello dei Carabinieri, si è chiusa oggi allo Stadio dei Marmi “Pietro Mennea” la quarta edizione del Longines Global Champions Tour di Roma. La quindicesima tappa del prestigioso Concorso Internazionale di salto ostacoli definito “la Formula 1 dell’equitazione” ha registrato un successo di pubblico senza precedenti, con oltre 15mila presenze complessive che nel solo giorno del Gran Premio CSI5* hanno gremito in ogni ordine di posto le tribune del Foro Italico.


L’evento clou della quattro giorni capitolina, trasmesso in diretta esclusiva su Sky Sport in Italia, è stato distribuito in oltre 90 paesi del mondo registrando la presenza di ben 116 testate accreditate tra radio, tv, agenzie, carta stampata e quotidiani online. 

Il Longines Global Champions Tour di Roma ha regalato grandi emozioni con la vittoria del britannico Ben Maher, che trionfando sul tracciato capitolino si è inoltre laureato campione assoluto del circuito 2018 con un turno di anticipo. Sotto il cielo di Roma trionfo anche per i Miami Celtics nella competizione a squadre della Global Champions League, team in cui milita tra gli altri Jessica Springsteen, figlia di Bruce, una delle amazzoni più acclamate di questa edizione romana.

PROGRAMMA - Il Longines Global Champions Tour proseguirà con l’ultima tappa stagionale in programma a Doha (8-10 novembre) per poi passare il testimone all’atto conclusivo del 2018: i Super Playoff di Praga (13-16 dicembre), la grande novità della competizione, che metterà in gara in due distinte competizioni i vincitori delle 16 tappe stagionali e i primi 16 team della classifica generale della competizione a squadre.

 

Roma, allo Stadio dei Marmi il successo è “Global”