Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Il Clasico si disputerà quattro giorni dopo Barcellona-Inter

Vai alla versione integrale
© AFPS
L'annuncio è arrivato nel corso di una trasmissione radiofonica notturna direttamente dal presidente della Legacalcio iberica, Javier Tebas, che poi ha attaccato nuovamente il Paris Saint Germain.

MADRID (SPAGNA) - Il primo Clasico di Liga del dopo Cristiano Ronaldo, che si celebrerà al Camp Nou, ha già una data e un orario. «È molto probabile che si giochi domenica 28 ottobre, alle 16.15». A svelare la primizia è stato direttamente il presidente della Legacalcio spagnola, Javier Tebas, nel corso del programma radiofonico notturno El Transistor, trasmesso da Onda Cero. Il derby di Spagna, pertanto, verrà disputato a soli quattro giorni dalla sfida Champions tra il Barcellona e l’Inter, in programma mercoledì 24, nel medesimo scenario della cattedrale blaugrana, mentre il Real Madrid sarà reduce dal match interno con il Victoria Plzen di martedì 23. A rendere ulteriormente denso questa porzione del calendario per le due superbig iberiche, l’esordio in Coppa del Re ad altezza dei sedicesimi, fissato per la metà della settimana successiva.

TUTTO SULLA LIGA

LA CROCIATA - Nel corso della trasmissione, Tebas è tornato anche sulla polemica della partita di Liga che si celebrerà almeno una volta l’anno negli States e che ha fatto storcere il naso alla locale Assocalciatori. «Nessuno è obbligato ad andare a giocare negli Stati Uniti. Ci andranno solo le squadre che lo faranno volentieri». A quanto pare sarebbe già stato trovato l’accordo con Girona e lo stesso Barça, che disputeranno un inusuale derby catalano a Miami, nel weekend del 27 gennaio del 2019. Il numero uno della Confindustria pallonara iberica, poi, nel nuovo attacco ai club a suo modo di vedere protagonisti di irregolarità finanziarie, questa volta non ha citato l’Inter, come accaduto ultimamente, ma ha preferito concentrare la sua attenzione sul Paris Saint Germain. «Sono convinto di quello che dico perché ci sono degli studi che dimostrano che i contratti pubblicitari del Paris Saint German sono gonfiati. Per averlo detto pubblicamente abbiamo avuto qualche problema e mi hanno invitato a non parlare più del Psg, ma a preoccuparmi esclusivamente del calcio spagnolo. Presto, comunque, arriveranno le sanzioni per le società che si comportano così».

@andydepauli