Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Tutta la Juventus è con Ronaldo: c'è uno zero di troppo

Vai alla versione integrale
© AFPS
Spicca la mancanza di CR7 tra i marcatori. Tecnico e compagni se lo coccolano

TORINO - Ci mancava il versamento, che dal sopracciglio è sceso intorno all’occhio. Così neanche le foto per dimostrare che, nonostante il gol non sia arrivato, per lui va tutto bene. Cristiano Ronaldo ha detto di no allo scatto con il primo ministro portoghese Antonio Costa e ieri non ha mandato il ricordo dell’allenamento casalingo domenicale, appuntamento fisso quando si gioca di sabato. La sua immagine non può andare in giro così, quindi occhiali scuri e se ne riparla tra un paio di giorni. Tanto l’umore un po’ è da occhiali scuri, se non altro perché da quando aveva vent’anni - cioè dalla terza stagione di Manchester United - solo quattro volte su tredici gli era capitato di restare a secco nelle sue prime tre partite effettive di campionato. A 18 o 19 anni ci può stare, nelle stagioni in cui ha chiuso a 31 e 40 gol prima in Premier e poi Liga è tutto finito nel dimenticatoio. L’anno scorso, come adesso, zero reti, poi arrivò a 26 solo in campionato. Insomma Ronaldo al palo (a Parma l’ha solo sfiorato) ci può stare, ma oggi il problema appare più ampio, nel senso che le difese di serie A sono così da sempre, leggermente più soffocanti di quelle spagnole, e a 33 anni può essere complicato dovercisi adattare.

[[ge:sn:cds:46977801]]

GRUPPO - Ronaldo ha la Juve al suo fianco. Da Allegri ai compagni tutti stanno cercando di metterlo nelle migliori condizioni, anche con le parole.

Leggi l'articolo completo sul Corriere dello Sport - Stadio in edicola

[[ge:sn:cds:47057705]]