Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Dieci anni dopo... “Mamma Mia – Ci Risiamo!”

Vai alla versione integrale
Da oggi al cinema, tra ABBA, isole greche e tanto buonumore da cantare, arriva il sequel del musical amato in tutto il mondo

Come accade per ogni clamoroso successo al box office - e anche per film che un successo non sono stati, ma è tutta un’altra storia - anche Mamma mia ha il suo sequel. Dieci anni dopo, precisamente oggi, arriva nelle sale italiane Mamma Mia - Ci Risiamo!, seguito del film che ha incassato oltre 600 milioni di dollari, tratto da un musical amato (e replicato) in tutto il mondo. Stavolta manca la base dell’edizione teatrale rodata e affermata, ma Mamma Mia - Ci Risiamo! ne ha di storie da raccontare lasciate in sospeso dal primo capitolo. Torniamo sull’isola greca di Kalokairi muovendoci su due linee temporali: nel presente, Sophie (Amanda Seyfried) sta ristrutturando la taverna in un hotel dedicato alla memoria della madre che si chiama Bella Donna. Mentre cerca di superare le difficoltà e il rapporto zoppicante con Sky, i ricordi si susseguono e prendono forma, trasportandoci al 1979, quando la giovane Donna (interpretata da Lily James) arriva in Grecia e conosce i tre spasimanti nonché “padri” di Sophie. Se le due storie che si alternano tra passato e presente sono zoppicanti quanto a narrazione e alquanto banali, sui numeri musicali i produttori Judy Craymer e Gary Goetzman e il regista Ol Parker hanno puntato forte su una maggiore spettacolarizzazione - più corali, scenografici e una ricca alternanza interni-esterni, sempre sulla base degli immortali successi degli ABBA.