Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Corriere dello Sport

LIVE

Volley: A2 Maschile, Scrollavezza è il secondo palleggiatore di Gioia

Vai alla versione integrale
Il ventenne di Fiorenzuola d'Arda, cresciuto nella Copra Piacenza e proveniente da Morciano, sarà il vice di Kindgard

GIOIA DEL COLLE (BARI)- Si va completando il puzzle Real per la stagione 2018/2019. A poco più di 24 ore dalla chiusura del Volley Mercato di A2, la Gioiella Gioia del Colle è lieta di ufficializzare l’approdo in biancorosso del palleggiatore ventenne Luca Scrollavezza, in forza alla Sangrem Volley Morciano (B Unica) nella scorsa annata sportiva.
Il talento di Fiorenzuola d’Arda, alla sua prima stagione in A2, prende posto in cabina di regia al fianco di Martin Alberto Kindgard, a cui saranno affidate le redini del gioco gioiese.
A livello giovanile, Luca, cresciuto nella cantera Copra, calamita subito su di sé l’attenzione di molti addetti ai lavori, lasciando il segno nella conquista del Trofeo delle Province 2011 tra le fila della selezione piacentina.
Nell’estate 2014, arriva la chiamata dell’Anderlini Modena, con cui disputa due campionati di serie C e partecipa alle Finali Nazionali U/19.
Completato l’apprendistato in gialloblù, per Lui si spalancano le porte della B Unica, dove colleziona le ultime due esperienze della sua giovane carriera, prima a Viterbo e poi a Morciano di Romagna.
Visibilmente emozionato per l’inizio dell’avventura Real, l’alzatore piacentino rilascia, ai nostri microfoni, le sue prime dichiarazioni da giocatore biancorosso:

LE PAROLE DI LUCA SCROLLAVEZZA-

« Sono felicissimo, la chiamata del Gioia del Colle rappresenta un’occasione troppo importante per la mia carriera. La serie A2 è un sogno che finalmente si realizza. Sarà bellissimo affrontarla in una terra meravigliosa come la Puglia. Non vedo l’ora di cominciare, ho tanta voglia di far bene con questa maglia. Come palleggiatore, prediligo il gioco veloce, attraverso il quale riesco a sprigionare tutto il mio estro. Data la mia giovane età, sono consapevole di avere ampi margini di miglioramento. Farò tesoro dei consigli del mister e dei miei compagni, lavorando ed impegnandomi al massimo in palestra. Obiettivi personali? Voglio crescere ancora e guadagnarmi le mie chances nel corso dell’intera stagione ».