Bilbao vince la 20ª tappa del Giro d'Italia, Carapaz resta in rosa

© LAPRESSE

Il ciclista dell'Astana cala il bis in questa edizione della Corsa Rosa. In classifica generale l'ecuadoriano difende il primato dagli assalti di Nibali; Lopez cade in salita a causa di uno spettatore

CROCE D'AUNE - MONTE AVENA (Belluno) - Pello Bilbao cala il bis e si aggiudica la 20esima tappa del Giro d'Italia. Dopo il successo dell'Aquila, il ciclista basco si impone in volata sul traguardo di Monte Avena-Croce D'Aune davanti a Mikel Landa e Giulio Ciccone. Quarto posto per la maglia rosa Richard Carapaz e quinta posizione per Vincenzo Nibali, entrambi a 4" dal vincitore. Cede quasi un minuto lo sloveno Primoz Roglic che scende dal podio.

La 20ª tappa del Giro in sintesi

Tappa vissuta in maniera frenetica dai protagonisti della generale con Miguel Angel Lopez che tenta l'affondo già sul Passo Manghen quando mancano oltre 100 km al traguardo. Il colombiano si avvantaggia con Carapaz e Landa mentre Nibali e Roglic proseguono con un passo meno sostenuto scollinando con circa 20" e riportandosi sul gruppetto maglia rosa nel corso della discesa. La corsa si riaccende sulle rampe più dure del Croce d’Aune prima con gli attacchi di Miguel Angel Lopez poi con quello di Mikel Landa. Il basco non fa il vuoto e riesce a guadagnare solo una dozzina di secondi sugli altri big. Lungo la discesa che porta dal Croce D’Aune all’imbocco della salita del Monte Avena Nibali si lancia all’inseguimento di Landa assieme a Carapaz. Ai 6,5 km dal traguardo, quando inizia la salita finale, Nibali e la maglia rosa agguantano Landa distanziando Primoz Roglic e Miguel Angel Lopez. Ma l’episodio principale di giornata lo causa uno spettatore che provoca la caduta dello scalatore dell’Astana Miguel Angel Lopez, impegnato nel tentativo di riportarsi su chi gli era davanti. Il colombiano cade, si rialza, prende a schiaffi lo spettatore e poi, con l’aiuto di Hirt, si rimette in sella ma senza più chance di rientrare su Vincenzo Nibali e Richard Carapaz. Davanti il siciliano, Landa e la maglia rosa raggiungono i fuggitivi di inizio giornata con i quali si giocano la vittoria di tappa. Il leader del team Bahrein-Merida prova a più riprese a staccare il duo della Movistar senza riuscirci. Si arriva alle ultime centinaia di metri con Nibali, Carapaz, Landa, Bilbao e Ciccone a giocarsi la tappa. Parte prima Landa che tiene la testa della volata per poche decine di metri facendosi poi superare da Pello Bilbao che arriva al traguardo a braccia alzate. Carapaz chiude quarto davanti a Nibali ipotecando la maglia rosa in vista della cronometro di domani di 15 km nella città di Verona. In difficoltà Primoz Roglic che paga 54" da Landa e si fa scavalcare dallo scalatore della Movistar al terzo posto in classifica generale.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home