Paradressage, Italia padrona

© BIROLDI

Morganti & c. conquistano la Coppa delle Nazioni nel CPEDI3* a Casorate Sempione, precedendo Francia e Austria. Brilla anche la Salvadé. Il tecnico Acerbi: «Con il morale alto verso gli Europei»

L’Italia del dressage paralimpico ha vinto la Coppa delle Nazioni nell’arena del Riding Club Casorate Sempione (Varese) in occasione dello CPEDI3* - 13º Meeting Brughiera di Malpensa Trofeo SEA. Il team (nella foto) guidato da Ferdinando Acerbi e composto da Sara Morganti (su Royal Delight), Francesca Salvadé (Oliver-Viz), Maurilio Vaccaro (Al Pacino) e Alessio Corradini (Centolire) ha totalizzato 426,677% superando brillantemente Francia (420,256%), Austria (417,790%), Russia (414,309%), Hong Kong (402,493%) e Polonia (400,454%).

Determinanti per l’esito della Coppa e competitive a livello individuale tanto la Morganti quanto la Salvadé, con un tris di vittorie internazionali nei rispettivi gradi, con percentuali che hanno consentito di distaccare le rivali ai fini della classifica a squadre. Bene anche Corradini con percentuali in crescita nonostante un cavallo giovane, di 7 anni, alle prime esperienze di dressage. Prezioso infine il contributo di Vaccaro, che a un mese dal difficile passaggio dal Grado 2 al Grado 3 ha saputo rettificare rapidamente il suo rettangolo che richiedeva più figure al trotto.

«Una vittoria che dà il giusto morale non solo alla Nazionale in vista degli Europei di Rotterdam (19-25 agosto, ndr) - ha commentato Acerbi - ma anche a tutto il movimento esordiente che ha dimostrato grinta sul campo e spirito di squadra fuori dal rettangolo».

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home