Lockdown Italia, tutte le novità: ecco le città a rischio chiusura

© ANSA

ROMA - Con un'emergenza coronavirus che si fa sempre più stringente e un numero di contagi che cresce in modo esponenziale, il Governo Conte è chiamato ad agire con rapidità. Impossibile attendere il 9 novembre, data inizialmente fissata per attendere gli eventuali benefici dell'ultimo Dpcm. La crescita della curva va attenuata il prima possibile, non si può tergiversare.

Il balletto sulle scuole tra Governo e Regioni

Pressato anche dai Governatori delle Regioni più colpite (Lombardia, Campania e Veneto), il Governo sta pensando ad un lockdown per le grandi città. Al momento la situazione più preoccupante si registra a Milano ma anche a Napoli, Roma, Torino e Bologna gli indici di contagio sono sempre più alti. Lo scontro tra Governo e Regioni è soprattutto sulla chiusura delle scuole con il primo che vorrebbe tenerle aperte e le seconde che invece preferirebbero chiuderle per il tempo necessario ad attenuare l'emergenza nonostante al momento la quota scolastica rappresenti il 3,8% del numero dei contagi complessivi nel nostro paese. 

Unidici regioni a rischio elevato

Al momento ci sono undici regioni a rischio elevato di una trasmissione non controllata e otto con un rischio moderato con probabilità elevata di progredire a rischio alto nel prossimo mese. Il Governo, dunque, è chiamato ad agire subito e non è escluso che qualche novità possa arrivare già nelle prossime ore. 

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home