Premier League: il Burnley sorprende il Tottenham, brutto ko per gli Spurs

© Getty Images

Wood e Barnes ridimensionano le speranze di titolo per gli Spurs. Nel pomeriggio il Newcastle vince la sfida salvezza contro l'Huddersfield per 2-0. Il Leicester crolla in casa

ROMA - Il sabato di Premier League si è aperto con la sconfitta a sorpresa del Tottenham in casa del Burnley per 2-1. Con questo risultato gli Spurs restano a 60 punti, meno 5 dalla coppia di testa City-Liverpool, e potrebbero compromettere definitivamente le velleità di insidiare il duo di testa. Vittoria interna importante per il Newcastle. La squadra di Benitez con il 2-0 rifilato al fanalino di coda Huddersfield abbandona le zone calde della classifica. Finisce 1-1, invece, il match tra Bournemouth e Wolverhampton al Vitality Stadium. Pesante il crollo del Leicester, battuto 4-1 in casa dal Crystal Palace.

SORPRESA BURNLEY - Al Turf Moor la prima occasione del match è per gli Spurs con il rientrante Harry Kane che al 15' si libera al limite e calcia senza pensarci due volte ma la sua conclusione non impensierisce l'estremo difensore Claret. Al 34' Son si beve mezza difesa Claret mette un pallone invitante al centro dove non c'è nessuno che raccoglie l'invito a nozze. L'undici di Pochettino fa la partita ma non riesce a creare grossi pericoli ad un Burnley ben messo in campo da Sean Dyche. Copione praticamente identico nella ripresa con i padroni di casa che si limitano a contenere le sortite offensive dei londinesi. Al 49' ancora Kane, dalla lunga distanza, impegna severamente Heaton che si rifugia in angolo. Nel momento migliore degli Spurs, al 56', l'episodio che cambia la partita. L'arbitro assegna un calcio d'angolo nonostante le reiterate proteste di Vertonghen perché l'ultimo tocco è del Claret Hendrick. Sugli sviluppi il centroavanti neozelandese Wood sale in cielo e di testa firma l'1-0.

Pochettino manda in campo Llorente per Winks per sfruttare i centimetri dello spagnolo ma a salvare gli Spurs ci pensa Kane che sfrutta al meglio la rimessa giocata velocemente da Rose e firma il suo 15esimo gol in Premier che vale l'1-1. Al 70' nella seconda azione offensiva della partita il Burnley rischia di ritornare avanti con Hendrick che manda di poco a lato. I padroni di casa approfittano degli spazi del Tottenham e sempre in contropiede al 78' vanno vicini al nuovo vantaggio con McNeil ma Lloris riesce a mettere una pezza. Il portiere francese non può far nulla all'83' quando Barnes lasciato solo dalla difesa Spurs firma il meritato 2-1 spingendo in rete l'assist del neoentrato Gudmundsson. Pochettino manda in campo Lucas ma i suoi sono letteralmente sulle gambe come dimostra Eriksen che all'89 manda in tribuna un buon pallone dal limite dell'area. Il Burnley ottiene l'ottavo risultato utile consecutivo e sale al 13esimo posto in classifica.

Burnley-Tottenham, tabellino e statistiche del match

LE ALTRE PARTITE - Nel pomeriggio in scena altri due match di Premier. Al St. James Park il Newcastle di Rafa Benitez ritrova la vittoria grazie alle reti, tutte nella seconda frazione di gioco, di Rondon e Perez che piegano la fragile resistenza dell'Huddersfield al quinto ko consecutivo e sempre più ultimo in graduatoria. Con questi 3 punti i Magpies vanno a quota 28 allontanandosi dalle zone calde della classifica. Finisce 1-1 la sfida di metà classifica tra Bournemouth e Woverhampton. Le reti, una per tempo, sono arrivate entrambe dagli undici metri. Per i Cherries a realizzare il rigore al 14' il norvegese Joshua King. La squadra di Espirito Santo ha pareggiato i conti all'83 con il messicano Raul Jimenez che dal dischetto non ha lasciato scampo all'ex viola Boruc. La squadra di Howe ha avuto anche la possibilità di ritornare in vantaggio ma King, sempre dagli undici metri, ha centrato il palo. Con questo risultato il Wolves aggancia al settimo posto con 40 punti il Watford mentre il Bournemouth resta decimo con 34 punti.

Il Leicester subisce la terza sconfitta di fila. Si arrende in casa al Crystal Palace di Hodgson che nel primo tempo lascia agli avversari possesso e dieci tiri da fuori. I Foxes dominano il possesso palla, chiedono invano un rigore al 39' per l'intervento di James Tomkins su Harvey Barnes, ma al 40' passa il Crystal Palace con la svelta deviazione di Michy Batshuayi. E' l'unico tiro in porta degli Eagles nel primo tempo. Nella ripresa pareggia Johnny Evans, che di prima si regala il primo gol al Leicester alla 250a presenza in Premier League, ma la gioia dura poco. Il Leicester, che ha segnato 8 gol nelle ultime dieci gare interne in Premier League, si inchina a Wilfried Zaha, lasciato libero di realizzare una delle reti più elementari della sua carriera. Il rigore di Luka Milivojevic e il secondo centro di Zaha infliggono al Leicester la quarta sconfitta interna consecutiva, la peggior serie casalinga del club dal 2000.

Risultati Premier League

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home