Psicosi Guardiola alla Juve, ma lui è ad Abu Dhabi

© AFPS

I tifosi bianconeri lo sognano e Pep si rilassa negli Emirati Arabi dove potrebbe incontrare il board del City: rinnovo o addio con due anni di anticipo?

TORINO - Psicosi Pep. Quasi un anno dopo, il popolo juventino sogna il bis della sbornia Ronaldo. Sembrava impossibile vedere Cristiano in bianconero e invece è realtà. Adesso la fibrillazione riguarda l'erede di Massimiliano Allegri. La corsa alla panchina più importante d'Italia è apertissima e con diversi concorrenti ma chi stuzzica maggiormente la fantasia dei tifosi è naturalmente Guardiola, il CR7 degli allenatori. E allora sono giorni pieni di passione mista a follia, di rumors, di falsi avvistamenti, di «mi han detto che è fatta», di social impazziti. Il risultato è che l'universo bianconero ribolle, auspicando lo sbarco del tecnico dei sogni. Perfino la Borsa ci crede tanto che il titolo della Juve ieri ha compiuto un balzo del +5,7%.

 

GUARDIOLA NON E' A TORINO

Ma Pep dov'è? Non a Milano, come segnalato, ma ad Abu Dhabi. Lunedì era ancora a Manchester per i festeggiamenti della vittoria della Fa Cup. Martedì poi è volato nella capitale degli Emirati Arabi per una vacanza, ma non solo. Di Abu Dhabi infatti è il principe Mansur bin Zayd Al Nahyhan, proprietario del City, e quindi è probabile che, oltre al relax, nell'agenda di Guardiola ci sia anche un summit con i maggiorenti del club per parlare del futuro. O per dirsi addio, con due anni di anticipo sulla scadenza del contratto? I tifosi bianconeri naturalmente sperano che sia per questo ma sul tema fioccano smentite. Non solo la Juve allontana ogni ipotesi relativa a Pep, ma anche dal board dei Citizens arrivano secchi no. Lo stesso Guardiola, alla vigila della finale con il Watford, venerdì scorso, si era tolto dalla corsa alla panchina juventina: «Quante volte devo dirlo che non vado alla Juve?». Parole inevitabili? Forse. Ma, per ora, non si hanno prove di fondatezza del matrimonio tra Pep e i campioni d'Italia. Persino il biografo ufficiale del tecnico, Guillem Balague, ha twittato: «Resta al City».

 

MISTERO SUL 14 GIUGNO

C'è una data, però, che alimenta il giallo. E' quella del prossimo 14 giugno: per tale giorno, la Juve ha comunicato ufficialmente sul proprio sito che «gli Stadium Tour non sono disponibili». Niente visite allo stadio, quindi. La ragione porta a pensare che potrebbe esserci in calendario l’arrivo di Ramsey, il primo acquisto certo della Juve. Il sognatore risponde: arriva Pep?

ZABALETA: "GUARDIOLA CERCA NUOVE SFIDE"

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home