Bologna, il mercato a fisarmonica: tre rinforzi oppure cinque

© ANSA

Servono il vice di Dijks e Orsolini e una spalla per Pulgar, ma se il cileno e Santander vanno via...

BOLOGNA - Il Bologna è ancora in mezzo al guado, nonostante Joey Saputo abbia già investito sul mercato 47,5 milioni. Di sicuro gli acquisti da fare sono ancora tre, un vice Mitchell Dijks, un’alternativa a Riccardo Orsolini dopo il ripensamento da parte di Andreas Skov Olsen e un mediano da impiegare accanto a Erick Pulgar. Attenzione, stiamo parlando di un tre che può diventare 4, se non addirittura 5. Una delle due variabili è lo stesso centrocampista cileno, che può essere strappato a Sinisa Mihajlovic pagando una clausola da 12 milioni di euro se l’eventuale acquirente è un club su per giù dello spessore del Bologna, o da 15 se si tratta di un top club. L’altra è rappresentata da Federico Santander, al quale si sta interessando lo Jiangsu Suning di Zhang Jindong, padre del presidente dell’Inter: è evidente che nel caso in cui alla fine le due società trovassero la quadratura del cerchio, l’attaccante paraguaiano andrebbe sostituito, rimanendo come prima punta solo Mattia Destro

Voltate le spalle sia ad Aleesami, svincolatosi dal Palermo, che a Pezzella dell’Udinese, i responsabili dell’area tecnica stanno valutando anche soluzioni estere per il ruolo di alternativa a Dijks: tra gli italiani piace Federico Dimarco dell’Inter, ma a dire la verità il Bologna vorrebbe un esterno che privilegia la fase di difesa. Per quanto riguarda il centrocampista, se il West Ham non abbasserà i numeri di Pedro Obiang, Sabatini e Bigon molleranno questo centrocampista che ha lavorato con Mihajlovic alla Sampdoria; attualmente i due dirigenti hanno rallentato anche la loro corsa su Nicolas Dominguez. Per due motivi. Il primo: il Velez Sarsfield ha alzato il tiro per il costo del cartellino, valutato ora più di 10 milioni. Il secondo: essendo extracomunitario, per portare a Casteldebole il giovane argentino dovrà essere ceduto qualcuno. Vedi Godfred Donsah, ancora nel mirino dell’Antalyaspor. Morale: il Bologna sta prendendo in considerazioni altre strade e una di queste è Alfred Duncan del Sassuolo, che tanto sarebbe gradito a Sinisa.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE ODIERNA DEL CORRIERE DELLO SPORT

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home