Coppa Italia, Atalanta-Fiorentina 2-1: Gasperini in finale con la Lazio

© ANSA

La Dea si impone in casa grazie alle reti di Ilicic (su rigore) e Gomez (con la complicità di Lafont). Inutile la rete iniziale viola segnata da Muriel. Saranno i bergamaschi a sfidare all'Olimpico la Lazio il prossimo 15 maggio

ROMA - Sarà l'Atalanta di Gasperini a sfidare la Lazio nella finale di coppa Italia il prossimo 15 maggio all'Olimpico. Dopo il 3-3 dell'andata al Franchi, la Dea si impone in casa per 2-1 contro la Fiorentina al termine di un match divertente, deciso da una clamorosa papera di Lafont su una conclusione di capitan Gomez a metà ripresa. Di Muriel e Ilicic (su rigore) gli altri gol della serata. 

PRIMO TEMPO - L'inizio di gara è adrenalina pura. La Fiorentina parte a razzo e dopo tre minuti sblocca subito il risultato. Muriel viene lanciato in profondità da Chiesa, la difesa dell'Atalanta si fa trovare impreparata e l'attaccante ringrazia insaccando l'1-0 davanti a Gollini. Il vantaggio-lampo viola stordisce la Dea che ci mette un po' a riprendersi. Come un pugile alle corde, la Fiorentina tenta subito il colpo del ko ma Chiesa al 5' spreca l'incredibile uno-due. Gasperini, quasi incredulo davanti all'inizio da film horror dei suoi, prova a scuotere la sua squadra che al 12' rischia di capitolare nuovamente su una ripartenza letale di Veretout che fa fuori Gosens e Freuler prima di calciare su Gollini da ottima posizione. La legge più antica del calcio si abbatte sulla Fiorentina che trenta secondi dopo subisce il pari bergamasco su un rigore fischiato dall'arbitro Calvarese dopo un contatto Ceccherini-Gomez in area viola. Dal dischetto Ilicic non perdona e riequilibra il risultato che per l'Atalanta vuol dire finale. 

ATALANTA-FIORENTINA 2-1, CRONACA E TABELLINO

©

Dopo i fuochi d'artificio iniziali le due squadre rifiatano. Montella arretra il baricentro della Fiorentina che si allontana dalla zona di Gollini. L'Atalanta ci prova con un paio di conclusioni dalla distanza e con Gosens che di testa al 38' non trova la porta su un pregevole cross dalla destra di Castagne. La Fiorentina si vede solo con un tiro sballato di Muriel su punizione. In chiusura di tempo è Ilicic a gettare alle ortiche una grande azione di ripartenza corale dell'Atalanta con una conclusione da dimenticare dal limite. 

RIPRESA - Nella ripresa la fatica comincia a farsi sentire sulle gambe dei protagonisti. La prima occasione è per Benassi che in apertura di tempo trova i guantoni di Gollini a ricacciargli in gola l'urlo di gioia. Passano dieci minuti e al 56' è Mirallas a non trovare la porta su una corta ribattuta del portiere bergamasco sugli sviluppi di un angolo. 

TAFFERUGLI A BERGAMO PRIMA DELLA PARTITA

L'Atalanta si rivede dalle parti di Lafont dopo un'ora di gioco con una girata di Zapata che sfiora il palo. Il portiere della Fiorentina prima dice di no al neo entrato Pasalic che tenta una sassata troppo centrale ma poi combina una frittata clamorosa regalando il gol qualificazione all'Atalanta. Siamo al 69' quando il Papu Gomez dal limite tenta una conclusione non irresistibile, il portiere però sbaglia l'intervento e infila il pallone nella propria porta. Un regalo di Pasqua (in ritardo) che la Dea accetta con piacere e che lascia immobile l'incredulo Montella. Gli ingressi di Dabo e Simeone non cambiano l'esito di un match ormai deciso. Al triplice fischio la gioia dell'Atalanta può esplodere: sarà Gasperini a sfidare la Lazio all'Olimpico il prossimo 15 maggio.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home