Euro 2020: la Germania beffa l'Olanda al 90'. Croazia ko, vince la Polonia

© AFPS

La Mannschaft avanti 2-0 nel primo tempo viene recuperata dalle reti di De Ligt e Depay. Allo scadere Schulz regala i 3 punti ai tedeschi. Vice campioni del mondo sconfitti dall'Ungheria. I polacchi battono a fatica la Lettonia

ROMA - Non sono mancate le emozioni e le sorprese nei match di domenica 24 marzo valevoli per la seconda giornata di qualificazioni ad Euro 2020. La Germania si impone  3-2 ad Amsterdam contro l'Olanda mentre cade la Croazia degli interisti Perisic e Brozovic a Budapest. Piatek non convince ma la sua Polonia conquista i 3 punti contro la Lettonia.

GERMANIA IN EXTREMIS - Alla Johan Cruijff Arena, parte forte la Germania che va vicino al vantaggio al 3' con Gnabry che impegna severamente Cillesen. Al quarto d'ora la Mannschaft passa grazie al gol di Leroy Sané che sfrutta lo scivolone del suo marcatore De Ligt per presentarsi a tu per tu con il portiere Orange e siglare lo 0-1 tedesco. L'Olanda alza il ritmo alla ricerca del pari ma sulla sua strada trova un Neuer in serata di grazia. Al 25' parata strepitosa del capitano tedesco che nega la gioia del gol a Ryan Babel. Passano soli tre minuti ed il portiere del Bayern Monaco dice nuovamente no all'attaccante del Fulham con un altro grande intervento. Il pari orange sembra dover arrivare da un momento all'altro ma al minuto 34 la Germania trova il doppio vantaggio con un'autentica magia di Serge Gnabry, un destro a giro imparabile. Sul finale di tempo Cillessen in ben due occasioni evita il terzo gol tedesco.

La pausa fa bene ai padroni di casa che appena rientrati in campo accorciano le distanze. È il 47' il capitano dell'Ajax De Ligt a riaprire la sfida con un colpo di testa perfetto su cross pennellato di Depay. Il gol incoraggia i padroni di casa che, spinti dal pubblico di Amsterdam, trovano la rete del pareggio grazie al colpo di biliardo del numero 10 Depay. La rimonta spaventa la Nazionale ospite che fino al 90' non si affaccia dalle parti di Cillessen. Quando il pari sembra il risultato finale la Mannschaft ritorna in vantaggio con Nico Schulz che sfrutta nel migliore l'assist del neoentrato Reus. Finisce 3-2 per la Germania che riscatta così i risultati della Nations League. 

Olanda-Germania statistiche e tabellino

LA POLONIA C'È - Nonostante i tanti indisponibili, tra cui Milik, per il virus contratto a Vienna la Polonia batte 2-0 la Lettonia al PGE Narodowy di Varsavia. È la compagine baltica a rendersi subito pericolosa con il tiro da fuori al 3' di Gutkovskis che trova la respinta con i pugni dell'attento Szczesny. Al 35' la Polonia va vicina al vantaggio con Lewandowski ma il palo nega la gioia del gol all'attaccante del Bayern Monaco. Nella ripresa prova a farsi vedere senza grandi risultati anche il milanista Piatek, ammonito nella prima frazione per simulazione, con un colpo di testa che costringe il portiere lettone a rifugiarsi in corner. Al 61' Steinbors deve superarsi sul colpo di testa di Kamil Grosicki. Al 75' il portiere lettone non può nulla sullo stacco imperioso di Lewandowski che regala il vantaggio ai suoi. All'84 è l'ex capitano granata Kamil Glik a mettere in cassaforte il risultato con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Con questa vittoria la Polonia vola al comando del gruppo G con sei punti.

Polonia-Lettonia, tabellino e statistiche

HAZARD SHOW - Il Belgio passa subito in vantaggio a Cipro al decimo con il capitano Eden Hazard che, ben assistito da Batshuayi, fulmina il portiere cipriota con un destro a giro. Dopo soli otto minuti il fantasista del Chelsea e la punta del Crystal Palace protagonisti, si invertono i ruoli ma il risultato non cambia. Hazard di prima lancia in profondità Batshuayi che salta il portiere Pardo e firma il 2-0 per il Belgio. Con questa vittoria la selezione belga di Roberto Martinez vola in testa al gruppo I a punteggio pieno. 

Cipro-Belgio, statistiche e tabellino del match

CADE LA CROAZIA - Partono bene i vicecampioni del Mondo in una gremita Groupama Arena di Budapest.  È il 13' quando Luka Modric dalla destra trova Kramaric solo in area, la debola girata dell'attaccante dell'Hoffenheim si trasforma in un assist per Ante Rebic che, completamente solo in area piccola, firma l'1-0. La selezione magiara non si scompone e comincia a spingere per trovare il punto del pari che arriva poco dopo la mezz'ora. Dzsudzsak da trequarti campo imbecca alla perfezione in area Szalai che, lasciato colpevolmente solo, punisce Kalinic per l'1-1 magiaro. Nella ripresa Perisic e compagni provano a rimettere la testa avanti ma nel momento di maggior pressione croato arriva l'inaspettato vantaggio dell'Ungheria con Patkai sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La rete taglia letteralmente le gambe agli ospiti mentre i magiari con Kalmar hanno il pallone del possibile 3-1 ma prima Kalinic e poi Vida riescono a tenere in partita i Vatreni. L'ultimo assalto della Croazia è guidato da Modric ma il tiro da fuori del pallone d'oro finisce ampiamente a lato. Con questa vittoria l'Ungheria aggancia proprio i croati a quota 3 nel gruppo E.

Ungheria-Croazia, tabellino e statistiche

LE ALTRE PARTITE - Nel pomeriggio esordio con vittoria per il Galles di Gareth Bale che ha battuto 1-0 la Slovacchia al City Stadium di Cardiff. Decisivo il gol segnato appena 5 minuti dopo il fischio iniziale da David James con una botta da fuori. Il Galles aggancia, nonostante una partita in meno, nella classifica del gruppo E proprio la Slovacchia a quota 3 punti. Tutto facile per la Russia che in casa del Kazakistan vince 4-0: doppietta per Cheryshev, in gol Dzyuba e  autorete di Beysebekov. La selezione di Cherchesov riscatta così la sconfitta con il Belgio della prima giornata e aggancia nel gruppo I proprio il Kazakistan. Al Sammy Ofer Stadium di Haifa Israele a sorpresa batte 4-2 l'Austria. Protagonista assoluto del match l'ex Palermo, Eran Zahavi che mette a segno una tripletta, l'altra rete dei padroni di casa porta la firma di Dabbur. Agli ospiti non basta la doppietta dell'ex Inter Marko Arnautovic, che apre e chiude le marcature.

Nel gruppo I vittoria della Scozia contro il San Marino per 2-0 a Serravalle. Per la selezione britannica un gol per tempo con marcatori McLean e Russell. Al Windsor Park di Belfast Irlanda del Nord - Bielorussia finisce 2-1. Al vantaggio dei padroni di casa al 30' con Evans risponde dopo soli tre minuti di gioco Stasevich. Magennis all'87 regala i 3 punti ai padroni di casa. A Ljubljana finisce 1-1, invece, tra Slovenia e Macedonia del Nord. In un primo tempo caratterizzato da ben 5 cartellini gialli trovano il vantaggio i padroni di casa con l'ex Empoli Zajc. Ad inizio ripresa la Macedonia trova il pareggio al 47'  con Bardhi.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home