Commisso a Ribery dopo il furto in casa: "Gli siamo vicini, questi sono traumi"

Il patron della Fiorentina: "In questi casi viene a mancare la serenità che ognuno di noi deve avere quando lascia a casa la propria famiglia, la moglie, i bambini. Faremo di tutto per tranquillizzare Franck"

FIRENZE - Mentre i tifosi della Fiorentina temono al pensiero che il loro campione Franck Ribery lasci Firenze dopo il furto subito nella sua casa di Bagni a Ripoli (l'asso francese ha pubblicato su Instagram un messaggio in cui affermava che "avrebbe preso una decisione" dopo questa brutta esperienza), il presidente viola Rocco Commisso non perde tempo e contatta Ribery per trasmettergli la sua vicinanza, come riportato dal sito ufficiale gigliato: "Sono molto dispiaciuto e colpito da quanto è successo questa notte a Franck Ribèry. Tutti noi siamo molto vicino a Franck e alla sua bellissima famiglia. Sono situazioni che oltre ai danni economici, rappresentano veri e propri traumi per chi li subisce, in quanto ti vengono a mancare beni personali e affettivi che nulla potrà sostituire ma soprattutto ti viene a mancare la serenità che ognuno di noi deve avere quando lascia a casa la propria famiglia, la moglie, i bambini. Faremo il possibile per fare tornare a Franck la tranquillità necessaria e affronteremo insieme a lui questo bruttissimo momento. Sono sicuro che anche i fiorentini saranno al fianco di Franck facendogli sentire il loro grande affetto e il loro amore per il nostro grande campione".

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home