Juve su Rakitic e Meunier: dipende da Emre Can

Il club bianconero vorrebbe monetizzare la cessione del tedesco, mai alla sua altezza. Rapporti con Barça e Psg, con i francesi sul tavolo c’è anche il nome di Paredes

TORINO - Fino a questo momento Emre Can è stato un problema. Inutile girarci troppo attorno, il centrocampista tedesco in piena estate si è ritrovato fuori dal progetto tecnico di Maurizio Sarri, diventando prima un problema di mercato: tante le ipotesi delineate dal club bianconero, lunghe le trattative con Barcellona e Psg per esempio, alla fine Emre Can ha deciso di restare a Torino. Diventando un problema da gestire dentro e fuori dal campo dopo l'esclusione dalla lista Champions, semplicemente irriconoscibile anche quando ha avuto l'opportunità di mettersi in mostra, basti pensare alle ultime prestazioni da incubo contro Sassuolo e Lazio.

Emre Can, soluzione sul mercato

E se il recupero di Emre Can appare un'impresa sempre più difficile, pure in questo momento di emergenza totale a centrocampo, ora il tedesco potrebbe trasformarsi da problema a soluzione almeno sul mercato. Perché dalla sua cessione passerà la possibilità della Juve di effettuare un colpo già a gennaio, che ora come ora appare sempre più importante: numericamente, al di là degli infortuni, il reparto è più che affollato, da questo punto di vista nemmeno lo stop di tre mesi per Sami Khedira rappresenterebbe un vero problema. Ma dopo quattro mesi sono pochi i giocatori che sembrano fare al caso della Juve che ha in mente Sarri, ecco perché il mercato di gennaio almeno nelle intenzioni dovrà vedere il club bianconero particolarmente attivo e attento.

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home